I consigli di Genertel per la scelta del seggiolino auto

2

La scelta del seggiolino per il trasporto di bambini in auto è decisamente importante, e non soltanto per adeguarsi alle normative vigenti e non incorrere in sanzioni, ma soprattutto per mettere adeguatamente in sicurezza i bambini e permettere alle famiglie di viaggiare in modo sereno, confortevole e protetto.

Le normative di riferimento per i seggiolini auto vengono costantemente aggiornate, introducendo via via nuove disposizioni, in modo da rendere i vari modelli in commercio sempre più affidabili e garantire sempre meno rischi per i piccoli passeggeri durante i tragitti in auto.

Il consiglio, quando ci si vuol dotare di un adeguato seggiolino auto, è innanzitutto quello di considerare le leggi di riferimento e scegliere modelli omologati. Genertel.it ci ricorda infatti

che i seggiolini auto che sono in grado di ridurre il rischio di morte fino al 75% e la gravità

delle lesioni personali di ben il 90% .

Le normative

L’utilizzo dei seggiolini auto ricade innanzitutto sotto le disposizioni del D.L. 150/2006 e dall’articolo 172 del Codice della Strada.

Da considerare, infatti, che le cinture di sicurezza delle auto sono funzionali solo se si superano i 150 cm di altezza ed è quindi indispensabile che, per mettere in tutta sicurezza i bambini, ci si doti di dispositivi adeguati che rispondano a requisiti specifici.

Attualmente sono due le normative che coesistono e che dettano le indicazioni riguardo i seggiolini auto:

  • la normativa europea ECE R44/04 (che definisce, in base al peso del bambino, gli standard dei seggiolini auto dandone una classificazione in gruppi di omologazione e regolamentandone le caratteristiche strutturali e le modalità di utilizzo);
  • la normativa europea ECE R129 – iSize (che riporta la classificazione in base all’altezza del bambino e anche altre specifiche riguardo il tipo di aggancio all’auto).

Scegliere il giusto seggiolino auto

È sempre buona norma, quando si sceglie un seggiolino auto, controllare i requisiti di omologazione segnalati dalla specifica etichetta di omologazione, di colore arancione, apposta sui diversi modelli di seggiolino in vendita.

Importante infatti che esso sia conforme al gruppo di omologazione di riferimento e rispetti tutte le disposizioni di sicurezza, protezione, conformità e atossicità dei materiali. Importante inoltre valutare che la modalità di installazione di un determinato modello sia adeguata al tipo di vettura su cui esso verrà montato. Tra le caratteristiche da considerare, il sistema di installazione che può prevedere o non prevedere la presenza di attacchi ISOFIX.

Per quanto riguarda i gruppi di omologazione in base al peso del bambino, quelli considerati sono:

  • gruppo 0 da 0 ai 10 kg
  • gruppo 0+ da 0 a 13 kg
  • gruppo 0+/1 da 0 a 18 kg
  • gruppo 1 dai 9 ai 18 kg
  • gruppo 2/3 dai 15 ai 36 kg
  • gruppo 1/2/3 dai 9 ai 36 kg

Tra le disposizioni più recenti, va ricordata l’introduzione dell’obbligatorietà dei cosiddetti dispositivi antiabbandono, ovvero dispositivi che, per mezzo di segnalazione luminosa e acustica, indichino la presenza in auto di bambini fino ai 4 anni, con l’intento di contrastare i tanti episodi di abbandono involontario in auto di bambini, che entrerà in vigore il primo luglio 2019. In questo senso, potrebbe essere interessante, in fase di scelta, considerare modelli di seggiolini che consentono di adeguarsi anche a questa disposizione.

Se hai qualche domanda o se ti è piaciuto l'articolo lascia un commento

      Leave a reply

      MigliorSeggiolinoAuto.it
      Register New Account
      Reset Password