Seggiolini auto non conformi ritirati dal commercio , tutti i modelli

0

Seggiolini auto: l’importanza delle conformità con le normative vigenti e i modelli ritirati dal commercio

Tra i preparativi che i genitori si apprestano a fare durante l’attesa della nascita del proprio bambino vi è quello di procurarsi tutti quegli ausili necessari per soddisfare i bisogni del nuovo nato e per affrontare nel miglior modo possibile ogni momento futuro insieme a lui a partire dai primi giorni di vita.

Tra questi, tutto quell’equipaggiamento che sarà utile fin dalle sue prime uscite e per i suoi spostamenti, che oggi come oggi interessano per la maggior parte dei casi mezzi di trasporto privati come le auto di famiglia.

Prepararsi ad accogliere un bambino

Spesso il pensiero di un neo genitore è orientato a considerare necessario attivarsi per tempo per procurarsi attrezzature e supporti quali carrozzine, passeggini e seggiolini auto che possano adeguatamente seguire i primi anni del proprio bambino e abbiano quelle caratteristiche di comodità, praticità d’uso e sicurezza necessarie perché lo svolgersi della routine quotidiana sia il più agevole, comoda, confortevole, serena e sicura sia per il bambino sia per chi si occuperà di lui.

Tra gli aspetti che determinano la scelta di quali dispositivi acquistare e che assolvano a queste necessità, vi è anche quello economico, che purtroppo talvolta – anche se non necessariamente – può incidere sulla minore o maggiore aderenza ai requisiti di comodità, praticità d’uso e sicurezza che richiederemmo a tutti quegli ausili di cui ci vorremmo dotare.

Anche in base a questo aspetto, è sempre buona norma, quando ci si appresta ad acquistare o regalare tali prodotti, non sottovalutare mai le caratteristiche di sicurezza, che dovrebbero essere sempre quelle da analizzare in prima istanza e con maggiore cura sia nel caso in cui siano i genitori stessi a doversi adoperare all’acquisto, sia nel caso in cui siano amici o familiari a voler regalare seggiolini auto, carrozzine o passeggini per un bambino.


Acquisti responsabili per il trasporto del bambino in auto A

La scelta di quale prodotto indirizzato al trasporto del bambino in auto sia meglio acquistare non dovrebbe basarsi solo su uno o alcuni parametri, ma dovrebbe soddisfare un insieme di requisiti ed esigenze che renda un seggiolino auto davvero efficiente e capace di rendere sicuri, protetti, confortevoli e pratici gli spostamenti e le uscite dei bambini in auto.

È infatti molto importante comprendere che tutto ciò che oggi ci forniscono prodotti omologati è ciò che rende un dispositivo di questo genere effettivamente in grado di aiutarci a preservare la salute, la sicurezza e il benessere del nostro bambino, oltre che appagare gusti estetici o “semplicemente” ottemperare disposizioni di legge.

Acquistare e utilizzare in modo corretto prodotti omologati significa infatti non soltanto soddisfare i propri gusti personali e non rischiare di incorrere in una serie di sanzioni (si ricorda che l’articolo 172 del Codice della Strada prevede l’obbligo in auto dell’uso di seggiolini omologati e adeguati al peso del bambino fino ai 150 cm di altezza e che i dati più recenti raccolti e riportati dall’Istat in fatto di morti e lesioni a cui vanno incontro i piccoli passeggeri fanno ben intendere quanto sia importante attenersi alle vigenti disposizioni in materia di sicurezza sulla strada), ma soprattutto costituisce un concreto gesto di responsabilità verso i propri figli, nipoti o in generale bambini di cui ci si dovrebbe prendere cura in ogni momento e riguardo ogni aspetto della routine quotidiana, compreso quello del trasporto in auto.

In questo senso, quindi, predisporsi all’acquisto e accertarsi del corretto utilizzo di un prodotto omologato garantisce maggiore sicurezza e possibilità di rendere protetti i piccoli durante i tragitti in auto, lunghi o brevi che siano, e dovrebbe essere l’obiettivo principale di cui tener conto quando ci si appresta a dotare un veicolo di un dispositivo di ritenuta di questo genere. In caso di dubbi, consigliamo di consultare la nostra guida alla scelta del seggiolino auto.


Controlli in materia di sicurezza riguardo ai seggiolini auto in commercio

Quando ci si appresta ad acquistare per la propria famiglia o per regalare a dei neo genitori un seggiolino auto, è consigliabile, oltre che ovviamente accertarsi che esso sia omologato, sia adeguato al tipo di auto su cui dovrà essere montato e soddisfi esigenze personali in fatto di praticità, gusto estetico ecc., controllare anche se vi siano modelli che sono stati dichiarati non conformi a seguito di controlli realizzati da organismi predisposti.

Per tutelare la sicurezza e la salute dei consumatori, vi sono alcuni sistemi rapidi di allerta che garantiscono il ritiro dal mercato di prodotti pericolosi tra quelli proposti nei trentuno Paesi europei aderenti. Si ricordano in tal senso il Rapex  (predisposto dall’Unione Europea, che ogni giorno informa e trasmette dati alla Commissione Europea circa prodotti in commercio che rappresentano un rischio grave per la salute e la sicurezza dei consumatori; qui la pagina di ricerca con la quale è possibile consultare la categoria riservata ai prodotti per la cura dei bambini dichiarati non conformi: https://ec.europa.eu/consumers/consumers_safety/safety_products/rapex/alerts/?event=main.search&lng=en#searchResults ), il Punto di Contatto Nazionale (istituito dal Ministero dello Sviluppo Economico, che coordina il funzionamento del sistema a livello nazionale) e il Business Gateway (un’applicazione informatica per mezzo della quale fabbricanti e distributori possono segnalare la non conformità e il ritiro volontario di prodotti presenti sul mercato che potrebbero arrecare danni alla salute e alla sicurezza dei consumatori).

Ritiro dal commercio di seggiolini auto : i modelli incriminati

A conferma di quanto sia consigliabile consultare, in fase di scelta di un seggiolino auto, le risorse messe a disposizione dall’Unione Europea riguardo alla sicurezza dei consumatori, segnaliamo come recentemente alcuni seggiolini auto attualmente in commercio siano stati segnalati al Rapex da parte della Germania come non effettivamente conformi ai regolamenti e quindi non sicuri per il trasporto in auto dei bambini.

Si tratta di una serie di dispositivi di ritenuta prodotti in Cina tra il 2014 e il 2018 (numeri di omologazione: E1 04301313, E1 04301371 – Tipi: LB-363, BBC-Q5) che vedono coinvolti i brand Abc Products Inc, Babyhit, Babyway, Baninni, Causalplay, Chelino, Cosatto, Globalluckybaby, Happy Baby, Heyner, Kiddo, Leader Kids, Lenox, Little Car, Lorelli (Saturn), Playxtrem, Rant, Safeway, 4baby, Bebesit, Bestbaby, Ca, Capsula, Mybaby, Osann, Parusok e Play.

Nel caso specifico, il richiamo e il ritiro dal mercato del prodotto, ritenuto non conforme al regolamento UNECE n. 44-04, offre come motivazione che “il sedile del veicolo non assorbe sufficientemente l’energia cinetica che verrebbe rilasciata in caso di incidente. Di conseguenza, il minore potrebbe essere vittima di lesioni”.

Anche su grossi ecommerce vengo venduti spesso seggiolini dalla dubbia provenienza come questo o questo e molti altri.

Acquistare un seggiolino di un marchio conosciuto che lavora con onestà ed i DOVUTI criteri non è perciò solo un vezzo , ma anche un modo per tutelare la salute dei nostri bambini. Le nostre classifiche dei seggiolini auto, tengono conto di tutti i fattori che rendono buono un seggiolino.

Se hai qualche domanda o se ti è piaciuto l'articolo lascia un commento

      Scrivi il tuo commento

      MigliorSeggiolinoAuto.it
      Registra un nuovo account
      Reset Password