Sicurezza stradale , vittime -2% in UE. Bene Svezia e UK , attenzione in Romania e Bulgaria.

Sicurezza stradale i dati del  2016 sono incoraggianti

Il 28 Marzo 2017 si è tenuta a Malta la riunione della Commissione europea sulla sicurezza stradale.

Le statistiche del 2016 pubblicate mostrano una diminuzione delle vittime del 2% nell’ UE.

Nel 2016 hanno perso la vita sulle strade dell’UE 25500 persone, 600 in meno rispetto al 2015 e ben 6000 in meno rispetto al 2010 , mentre secondo le stime della Commissione altre 135000 persone sono rimaste gravemente ferite.

Il 2016 segna , finalmente, il ritorno di una tendenza al ribasso dopo due anni di stasi . Dal 2010 al 2016 le vittime della strada si è ridotto de 19%.

Numeri incoraggianti , anche se questo ritmo potrebbe non essere sufficiente per  raggiungere l’obiettivo di dimezzare il numero di vittime della strada tra il 2010 e il 2020. Sarà quindi necessario intensificare gli sforzi di tutte le parti interessate e in particolare quelli delle autorità nazionali e locali, responsabili della maggior parte degli interventi quotidiani, come l’applicazione delle norme e la sensibilizzazione.

Violeta Bulc, Commissaria per i Trasporti, ha dichiarato: “Le statistiche odierne indicano un miglioramento, che dobbiamo portare avanti. Ma non sono i numeri a preoccuparmi: ciò che mi sta più a cuore sono le vite perse e le famiglie delle vittime. Proprio oggi altre 70 persone moriranno sulle strade dell’UE e un numero cinque volte più alto subirà ferite gravi! Invito tutte le parti interessate a intensificare gli sforzi in modo da raggiungere l’obiettivo di dimezzare il numero delle vittime della strada tra il 2010 e il 2020.”

La probabilità di morire in un incidente stradale varia da uno stato all’altro e chi vive in uno degli Stati membri con il più alto tasso di mortalità ha ancora più del triplo delle probabilità di rimanere vittima di un incidente stradale rispetto a chi vive in uno dei paesi con il tasso più basso.

Ecco la tabella riassuntiva paese per paese:

Statistiche preliminari per paese per il 2016[1]

2010 2015 2016 20152016[2] 20102016
Belgio 77 65 56 -13% -24%
Bulgaria 105 98 99 0% -9%
Repubblica ceca 77 70 59 -16% -23%
Danimarca 46 31 37 18% -18%
Germania 45 43 39 -7% -12%
Estonia 59 51 54 6% -10%
Irlanda 47 36 40 13% -11%
Grecia 112 73 75 2% -35%
Spagna 53 36 37 2% -31%
Francia 64 54 54 0% -13%
Croazia 99 82 73 -12% -28%
Italia[3] 70 56 54 -5% -21%
Cipro 73 67 54 * -23%
Lettonia 103 95 80 -16% -28%
Lituania 95 83 65 -22% -37%
Lussemburgo 64 64 52 * -6%
Ungheria 74 65 62 -6% -18%
Malta 36 26 51 * 69%
Paesi Bassi [4] 32 31 33 4% 3%
Austria 66 56 49 -11% -23%
Polonia 102 77 79 2% -23%
Portogallo 80 57 54 -10% -40%
Romania 117 95 97 1% -19%
Slovenia 67 58 63 8% -6%
Slovacchia 65 57 50 -12% -22%
Finlandia 51 49 45 -6% -8%
Svezia 28 27 27 2% -1%
Regno Unito[4] 30 28 28 1% -4%
UE 63 51.5 50 -2% -19%

 

[1] I dati relativi al 2016 sono provvisori; i dati definitivi per singolo paese potrebbero subire lievi modifiche.

[2] Variazione percentuale del numero di decessi.

[3] Stima basata sui dati relativi al periodo gennaio-giugno.

[4] Stima basata sui dati relativi al periodo gennaio-settembre.

* Statisticamente non significativo.

 

 

Se hai qualche domanda o se ti è piaciuto l'articolo lascia un commento

Per qualsiasi domanda lascia un commento

MigliorSeggiolinoAuto.it
Register New Account
Reset Password