Seggiolino auto come sceglierlo

4

Seggiolino auto

Seggiolino auto : come sceglierlo

La guida definitiva all’acquisto del seggiolino auto

La scelta del seggiolino auto può non essere facile , i diversi gruppi di omologazione, la miriade di modelli in circolazione e prezzi molto diversi possono disorientare i genitori.

La scelta di un seggiolino per il trasporto di bambini in auto è un acquisto che va fatto con molta accuratezza e mai sottovalutato per molti buoni motivi.

Non si tratta infatti semplicemente di dotarsi di un accessorio al minor costo possibile che ci eviterà di subire sanzioni, ma principalmente di avvalersi di un sistema di sicurezza per non mettere a rischio i nostri bambini, sempre più abituati a essere trasportati in auto e per i quali è sempre più necessario potersi dotare di prodotti affidabili e conformi perché i piccoli passeggeri possano accompagnarci nel modo più sicuro, comodo e confortevole possibile nei nostri tragitti in auto.

Le auto, infatti, non sono predisposte per far viaggiare in sicurezza i bambini, in quanto le cinture di sicurezza sono funzionali solo per chi supera i 150 cm di altezza; è per questo che seggiolini adeguati e che rispondono a requisiti specifici sono indispensabili per chi vuol trasportare bimbi in auto.

A questo proposito è utile innanzitutto tenere sempre in considerazione quali sono i termini di omologazione stabiliti dalla normativa europea ECE R44, indicati dall’etichetta richiesta dalla normativa europea sulla sicurezza, che garantisce appunto che un dato seggiolino rispetti i requisiti minimi di sicurezza.

Dal 2010 i seggiolini auto per bambini sono obbligatori fino all’età di dodici anni e 150 cm di altezza e sul mercato vediamo un gran numero di marche e modelli diversi, che non sempre rispettano le migliori qualità costruttive e di sicurezza.

È doveroso dire che un seggiolino economico non è necessariamente un seggiolino non sicuro, ma è sempre buona norma considerare che vi sono delle differenze tra seggiolini omologati di bassa fascia di prezzo e quelli più costosi, che possono manifestarsi sia per quanto riguarda la sicurezza sia per quanto riguarda il comfort sia per quanto riguarda la praticità e la qualità dei materiali impiegati.

I requisiti fondamentali per i quali un modello di seggiolino è considerato omologato sono segnalati dall’apposizione sul prodotto di una specifica etichetta di omologazione, di colore arancione. Qui vengono segnalati alcuni dati relativi al singolo modello di seggiolino. Tra questi, il tipo di omologazione rispetto al tipo di vettura, indicazione che sarà sempre importante controllare prima di dotare di un certo tipo di seggiolino la propria auto.

Seggiolino auto

Si hanno così seggiolini omologati “Universal”, che possono essere installati in ogni tipo di auto, “Semiuniversal” e “Veicolo specifico”. Per quanto riguarda i seggiolini con omologazione semi-universale, è necessario consultare l’elenco dei veicoli per i quali sono indicati i diversi modelli, mentre l’omologazione per veicolo specifico indica che il seggiolino è stato testato in crash test dinamici su un determinato tipo di auto e sarà adatto solo a quel modello di vettura, ma quest’ultimi sono molto rari e solitamente prodotti direttamente dalle case automobilistiche.

Sempre indicato nell’etichetta di omologazione, il gruppo di omologazione per peso:.

La normativa europea stabilisce 5 gruppi di omologazione diversi  :

  • Gruppo 0/0+ :  dai 0 kg ai 13 kg. Questi seggiolini sono utilizzabili dalla nascita fino a circa 15 mesi. Sono i tipici ovetti o navicelle e sono montati in senso contrario di marcia.
  • Gruppo 1 :  dai 9 kg ai 18 kg . Questi seggiolini sono utilizzabili da circa 9 mesi ai 4 anni di età. Si montano nel senso di marcia e sono fissati con le cinture dell’automobile o con gli attacchi ISOFIX . Hanno cinture o metodi di contenzione del bimbo autonomi , esempio cintura 5 punti o cuscino di bloccaggio.
  • Gruppo 2 :  dai 15 kg ai 25 kg . Si fissano con gli attacchi ISOFIX e le cinture dell’automobile. Il bimbo utilizza le cinture di sicurezza dell’auto.
  • Gruppo 3: dai 22 kg ai 36kg. Vedi gruppo 2.
  • I-Size :  dai 40 cm ai 105 cm di altezza del bimbo. Quindi dalla nascita ai 4 anni circa.

Da considerare inoltre per i modelli più recenti lo standard di sicurezza della norma ECE R129, detta anche normativa i-Size, che è stata introdotta dalla Commissione Europea per classificare i seggiolini con riferimento non al peso del bambino ma alla sua altezza (indicazione riportata anch’essa nell’etichetta di omologazione, a seconda del diverso tipo di modello) e che introduce altre specifiche, tra le quali l’obbligo del sistema di installazione tramite attacco ISOFIX, che rende ancora più sicuro e fisso l’aggancio del seggiolino all’auto di come lo è con la semplice cintura di sicurezza, la direzione di marcia solo dopo i 15 mesi di età del bambino e l’obbligatorietà di aver riportato risultati positivi a test di impatto laterale.

Perché l’utilizzo di un seggiolino per auto omologato possa garantire la sicurezza data dagli standard, è buona norma seguire alcune prassi nel suo utilizzo.

Da considerare infatti, come riporta il TCS, che ha effettuato delle simulazioni di incidente in collaborazione con il Dynamic Test Center, “i bambini mal allacciati subiscono carichi alla testa doppiamente più importanti rispetto a quelli allacciati correttamente”. Le statistiche dicono infatti che un bambino su due viene allacciato in modo scorretto al seggiolino dell’auto e quindi, benché il seggiolino sia omologato, la sicurezza e l’incolumità del bimbo non è garantita.

Molto importante infatti che il seggiolino venga fissato alla vettura correttamente e nel modo più stabile possibile, nonché che il piccolo venga allacciato al seggiolino in modo corretto. È così importante aver cura di controllare che le cinture siano ben tese e non piegate o non siano troppo corte per il determinato modello di seggiolino. La cintura di ritenzione, inoltre, deve sorreggere in modo ben saldo il piccolo e nei punti corretti.

Quando si intende acquistare o regalare un seggiolino per auto è importante considerare se sono stati effettuati dei test su quel determinato modello presente sul mercato, in modo da avere la certezza che si tratti di un prodotto non solo conforme alle disposizioni di legge, ma abbia anche caratteristiche che lo rendono di qualità.

I test effettuati sui seggiolini incoraggiano le aziende produttrici a trovare soluzioni sempre più rivolte alla sicurezza del trasporto di bambini su strada, compreso l’utilizzo di materiali che non contengano sostanze nocive (tra le sostanze inquinanti che non dovrebbero essere presenti nei materiali utilizzati per realizzare seggiolini per bambini vanno ricordati: gli idrocarburi policiclici aromatici – IPA, i ftalati, i composti fenolici, coloranti, formaldeide, metalli, ritardanti di fiamma e i composti organostannici).

Nei test vengono inoltre valutate anche la facilità alla pulizia e l’accuratezza delle rifiniture, anche se la valutazione finale tiene soprattutto in considerazione i fattori che riguardo la sicurezza, seguiti dalla praticità d’uso e dall’ergonomia.

Un dato da valutare, quindi, per avere il massimo della sicurezza per il trasporto dei bimbi in auto, è controllare quali e quanti test siano stati effettuati su un dato modello.

I test sulla sicurezza effettuati dagli organismi internazionali accreditati, i cui risultati vengono resi noti due volte l’anno,  riguardano la valutazione rispetto a impatti frontali, posteriori e – secondo la nuova normativa i-Size – frontali.

Si considerano sia test dinamici che statici. Quelli statici riguardano la praticità e facilità di installazione del seggiolino sulla vettura; per quelli dinamici invece (crash test) vengono utilizzati manichini di varie grandezze per valutare gli effetti che possono essere causati da incidenti di vario tipo sul bambino ritenuto nel seggiolino. Questi tipi di test considerano anche la diversa posizione che il piccolo può assumere nel seggiolino durante il trasporto, ovvero seduto oppure, nei seggiolini reclinabili, sdraiato. Tutto ciò al fine di raccogliere informazioni il più possibile dettagliate relative all’utilizzo di un determinato modello.


Chi esegue i test sui seggiolini auto?

Riportiamo qui di seguito alcuni dei maggiori organismi e associazioni a cui i seggiolini per auto possono essere sottoposti per una valutazione e quindi ottenere riconoscimenti di qualità. Queste valutazioni non sostituiscono comunque la certificazione di omologazione rilasciata dagli enti ufficiali.

In Italia le prove di omologazione su seggiolini auto vengono effettuate dal CSI, l’ente ufficiale notificato dal Ministero dei Trasporti, che opera nell’ambito della certificazione volontaria.

Da considerare che i criteri di valutazione dei test utilizzati dalle associazioni indipendenti sono in genere più severi rispetto a quelli standard necessari per l’omologazione.

TCS

Il Touring Club Svizzero – TCS dal 1966 realizza test legati alla mobilità individuale riguardanti diversi ambiti. L’etichetta ufficiale del TCS è un sigillo di qualità, in quanto certifica e garantisce prodotti testati e indica i dati relativi agli specifici test ai quali sono stati sottoposti prodotti e servizi. Per quanto riguarda i seggiolini auto per bambini, TCS è attivo fin dal 1968 e da sempre persegue l’obiettivo di accrescere la sicurezza dei bambini in auto. La verifica dei seggiolini si avvale di crash test specifici e accurati che portano a determinare quali seggiolini siano da consigliarsi, e quali invece, non avendo superato il test, non lo sono.

ADAC

Altro organismo accreditato che si occupa di testare l’effettiva sicurezza dei seggiolini auto per bambini è quello che vede la collaborazione dell’Adac – Allgemeine Deutsche Automobil-Club, la più grande organizzazione automobilistica europea e uno dei più importanti collaudatori di seggiolini in Europa, con Stiftung Warentest – SW, società indipendente e principale organizzazione di test per i consumatori della Germania, con sede a Berlino.

Anche ICRT – International Consumer Research Organization, organizzazione mondiale di difesa dei consumatori che coopera nel campo della ricerca e fornisce sperimentazioni su molte tipologie di prodotti, composta di 37 organizzazioni in tutto il mondo (in Italia membro dell’ICRT è l’associazione di consumatori Altroconsumo), si avvale della collaborazione per i test su seggiolini auto dello Stiftung Warentest.

Oamtc

ÖAMTC – Österreichischer Automobil, Motorrad und Touring Club è il più grande club automobilistico austriaco nato nel 1946. Anch’esso si occupa di test di sicurezza su seggiolini auto assieme all’ADAC.

VTI – Swedish National Road and Transport Research Institute è un istituto di ricerca indipendente svedese che si occupa di ricerca e sviluppo nel settore dei trasporti. Uno dei test più rilevanti effettuato da VTI sui seggiolini auto è il “Plus Test”, test facoltativo per il quale vengono valutate le forze che intervengono su collo e testa del bambino in caso di incidente frontale. Secondo i parametri di valutazione di questo test, diventato marchio di qualità in Svezia, ma anche in molti altri Paesi, perché un seggiolino riduca al minimo i rischi per il bambino in caso di incidente, questo dovrebbe essere orientato in direzione opposta al senso di marcia il più a lungo possibile.

I seggiolini auto  sono tutti sicuri alla stesso modo?

La risposta è NI. I seggiolini in commercio sono tutti omologati secondo gli standard europei , ma alcuni sono indubbiamente più sicuri di altri. Noi di MigliorSeggiolinoAuto.it quando scriviamo le nostre recensioni teniamo sempre conto di test indipendenti fatti da ADAC ( consorzio Tedesco) e da TCS (consorzio Svizzero).

Dal punto di vista della sicurezza un grosso passo avanti è stato fatto con i seggiolino auto ISOFIX , che garantiscono una migliore tenuta all’interno del veicolo.

Per trovare più facilmente il seggiolino auto più adatto è disponibile la ricerca guidata .

Seggiolino auto

Quindi come scegliamo il seggiolino auto?

Per la fortuna del nostro portafogli non è necessario cambiare seggiolino auto ad ogni gruppo. I seggiolini in commercio infatti sono compatibili con più gruppi contemporaneamente. Ma facciamo degli esempi pratici.

Il bimbo è appena nato quale seggiolino auto devo comprare?

La prima domanda da porci è : “abbiamo il trio con l’ovetto ? ” .

  • SI :  potremmo tranquillamente utilizzare l’ovetto compreso nel trio finché il bimbo non peserà più di 9kg.
  • NO : se non avete già un ovetto oppure avete necessità di averne più di uno. Dovrete acquistare un seggiolino del gruppo 0 /0+. Oppure optare per un seggiolino I-Size fino al raggiungimento dei 105 cm di altezza del vostro bimbo.

Se acquisterete un seggiolino del gruppo 0/0+ non dovrete più preoccuparvi fino al raggiungimento dei 13 kg.

Il mio bimbo pesa 9 kg quale seggiolino auto devo comprare ?

Qui, cari genitori, avete più scelte :

  • Dividere l’acquisto in 2 momenti , quindi optare per un seggiolino auto del gruppo 1 ed al raggiungimento dei 18 kg un seggiolino del gruppo 2-3.
  • Chiudere la questione acquisto seggiolino e comprarne uno compatibile con i gruppi 1-2-3.
  • In realtà c’è una terza opzione quella di acquistare un seggiolino del gruppo 1-2 , ma i seggiolini di questa categoria sono davvero pochi.

Seggiolini del solo gruppo 1 sono pensati specificatamente per i bimbi dai 9 mesi ai 4 anni . Infatti anche se l’arco di tempo non è molto lungo , poco più di 3 anni , i bimbi cambiano molto. Questi seggiolini sono quindi progettati per offrire il massimo comfort e sicurezza . Hanno infatti un ottimo supporto per la testa , cinture di sicurezza imbottite o cuscini progettati per proteggerli al massimo e soprattutto sono quasi tutti reclinabili. Caratteristica fondamentale  visto che bimbi spesso si addormentano in auto e non hanno ancora il controllo totale del loro corpo.

seggiolino auto

Seggiolini dei gruppi 1-2-3 questi seggiolini offrono una longevità senza pari, infatti potrebbe essere l’unico seggiolino che acquisterete. Il difetto principale di questi seggiolini è che dovendo durare così a lungo , spesso nel gruppo 1 non risultano molto comodi e spesso non sono reclinabili. Ma esistono modelli modulari che coprono tutte le categorie in maniera eccellente , vi rimandiamo alla nostra classifica del seggiolini auto 1-2-3 per il confronto dei modelli.

La scelta a questo punto è una scelta personale. Se avete deciso per l’acquisto di un seggiolino del gruppo 1-2-3 il consiglio è di acquistarne uno reclinabile, essendo l’unico che acquisterete vi consigliamo di spendere qualcosa in più , vi accompagnerà nei vostri viaggi per ben 12 anni.

seggiolino auto

14 Commenti
  1. Salve,
    Avrei una domanda
    Esistono seggiolini del gruppo 123 girevoli?
    Grazie

    • Rispondi
      MigliorSeggiolinoAuto 26 Gennaio 2019 at 14:53

      Buongiorno Mary, no mi dispiace seggiolini dei gruppi 1-2-3 girevoli, non esistono. Può optare per un seggiolino gruppo 0+/1 o I-Size girevole e poi passare ad un gruppo 2-3 normale. Grazie per averci contattato, restiamo a disposizione per altre domande. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  2. Ho in bambino di otto anni, alto 1,40 e pesa 42 chilogrammi! Che seggiolino devo usare?

    • Rispondi
      MigliorSeggiolinoAuto 12 Gennaio 2019 at 23:17

      Buonasera Rosaria, tecnicamente i seggiolini del gruppo 3 vengono omologati fino a 36 Kg di peso, ma il suo bambino è alto 1,40 m e non ha superato i 12 anni , perciò ha l’obbligo di utilizzare il seggiolino. Seggiolini auto oltre i 36 Kg non ne vengono ufficialmente prodotti, a questo punto c’è però da dire che nei seggiolini del gruppo 3 in caso d’incidente stradale saranno le cinture di sicurezza ad affrontare il peso del passeggero. Il seggiolino auto serve per far si che le cinture arrivino nel punto giusto ed ad attutire ulteriormente l’impatto laterale. Detto questo se il bambino è robusto acquisterei un modello dove la seduta è senza impedimenti laterali, il Peg Perego Flex 2-3 potrebbe fare al caso suo. Restiamo a disposizione per altre domande. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  3. Salve, noi abbiamo acquistato ovetto Aton S della Cybex. Mio figlio ha 5 mesi e pesa già quasi 9 kg ed è lungo 72 cm. È il caso di passare al seggiolino?

    • Rispondi
      MigliorSeggiolinoAuto 11 Gennaio 2019 at 23:10

      Buonasera Simona, l’ovetto Aton di Cybex è omologato per il gruppo 0+ può quindi supportare fino a 13 Kg di peso. Detto questo il suo bimbo è abbastanza lungo , rischia perciò di sporgere un po’ troppo con le gambe. Sarà quindi il caso di iniziare a guardare per un seggiolino vero e proprio. Se le servono dei consigli o ha qualche dubbio non esiti a contattarci. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  4. Buongiorno, ho bisogno di un chiarimento: da quanti cm di altezza è kg di peso è utilizzabile l’ ALZATINA?
    Ho letto pareri discordanti… 120,125,150…
    Grazie per l’attenzione, Stefania

    • Rispondi
      MigliorSeggiolinoAuto 19 Ottobre 2018 at 18:01

      Buongiorno Stefania, i seggiolini sono obbligatori fino ai 150 cm di altezza. Per il MOMENTO è ancora possibile utilizzare la alzatine dai 125cm di altezza e 22kg di peso. Noi sconsigliamo comunque di utilizzare la alzatine perchè poco sicure rispetto ad un seggiolino auto completo di schienale.Restiamo a disposizione per altre domande. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  5. Buonasera, ho un bimbo di 4 si che pesa già 8 kg, dovendomi far regalare il seggiolino( e al momento utilizzando un ovetto prestatomi da una amica) mi consigliate uno da 0/1/2 o quello 1/2/3?

    • Rispondi
      MigliorSeggiolinoAuto 14 Agosto 2018 at 17:23

      Buongiorno Samantha , la risposta è dipende. Se c’è la possibilità potrebbe optare per un seggiolino gruppo 1 oppure un seggiolino I-size ed al raggiungimento dei 18 Kg o 105 cm del bambino passare ad un gruppo 2-3. In alternativa si fa regalare un seggiolino del gruppo 1-2-3 e non ci pensa più. Il consiglio che le posso dare se opterà per il seggiolino 1-2-3 è che sia di buona qualità in quanto dovrà durare ben 12 anni e passerà dall’ospitare un neonato a un bambino in pre-adolescenza quindi è bene puntare sulla qualità. Consulti la nostra classifica per farsi un idea dei migliori. Grazie per averci contattato. Restiamo a disposizione per altre domande. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  6. Salve, sto cercando un seggiolino gruppi 1/2/3 (9-36kg) con attacco isofix, per mio suocero, che tutte le mattine si prende la piccola.
    Mi consigliate il più economico? Fa piccoli spostamenti, quindi non mi serve il top, ma ci tengo all’isofix. Grazie

    • Rispondi
      MigliorSeggiolinoAuto 13 Aprile 2018 at 08:47

      Buongiorno Marco, provi a guardare il Foppapedretti Re-Klino Fix , è un seggiolino del gruppo 1-2-3 molto recente e dalle buone caratteristiche. Attualmente lo trova in offerta a 129€ che per un seggiolino ISOFIX del gruppo 1-2-3 è un ottimo prezzo. Restiamo a disposizione per altre domande. Grazie di averci contattato Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  7. I seggiolini mi sembrano tutti belli e comodi, il mio problema e’ la mia macchina che e’ del 2001 e non so quale seggiolino poterci adattare.
    Ho una Alfa Romeo 147 del 2001la mia nipotina pesa 16kg.Dovrei comperare un seggiolino tipo 2 credo, ho dei dubbi per quanto riguarda gli attacchi. ISOFIX. Non vorrei acquistare un prodotto che poi non posso utlizzare sulla mia macchina.Potete cortesemente consigliarmi?
    Grazie.

    • Rispondi
      MigliorSeggiolinoAuto 7 Marzo 2018 at 00:23

      Buonasera Lucia, prima di tutto dovrebbe verificare se la sua auto è provvista degli attacchi ISOFIX. Essendo del 2001 probabilmente non li avrà ,perciò dovrà acquistare un seggiolino del gruppo 2-3 montabile con le normali cinture di sicurezza a 3 punti come il Cybex Solution X. La riamando alla nostra classifica dei migliori seggiolini del gruppo 2-3.Grazie di averci contattato, se ha altre domande non esiti a farcele . Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

    Scrivi il tuo commento

    Registra un nuovo account
    Reset Password