Dispositivi anti-abbandono guida ed aggiornamenti

Contenuti nascondi

Seggiolini e dispositivi anti abbandono cosa dice la legge?

Il decreto attuativo n°122 del 2 ottobre 2019 prevede che :

il conducente dei veicoli delle categorie M1, N1, N2 e N3 immatricolati in Italia, o immatricolati all’estero e condotti da residenti in Italia, quando trasporta un bambino di età inferiore a quattro anni assicurato al sedile con il sistema di ritenuta di cui al comma 1, ha l’obbligo di utilizzare apposito dispositivo di allarme volto a prevenire l’abbandono del bambino, rispondente alle specifiche tecnico-costruttive e funzionali stabilite con decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

Quindi tutti i bambini FINO a 4 anni che viaggiano in auto immatricolate in Italia o guidate da residenti in Italia hanno l’obbligo di dotarsi di dispositivi anti abbandono.

Quali sono le sanzioni?

Il guidatore che non rispetti la legge  è punibile con  il pagamento di multe tra 81 e 326 euro e la decurtazione di 5 punti dalla patente e, in caso di recidiva nei due anni successivi la patente può essere sospesa per un tempo che va dai 15 giorni ai 2 mesi.

Quali caratteristiche deve avere il dispositivo anti abbandono per poter essere a norma di legge?

 Caratteristiche funzionali essenziali
a) Il dispositivo antiabbandono deve segnalare l’abbandono di un bambino di eta’ inferiore a 4 anni, sul veicolo sul quale e’trasportato, da parte del conducente del veicolo stesso mediante
l’attivazione di uno dei segnali di cui alla lettera d);
b) il dispositivo deve essere in grado di attivarsi automaticamente ad ogni utilizzo, senza ulteriori azioni da parte del conducente;
c) il dispositivo deve dare un segnale di conferma al conducente nel momento dell’avvenuta attivazione;
d) nel caso in cui il dispositivo rilevi la necessita’ di dare un segnale di allarme, quest’ultimo deve essere in grado di attirare l’attenzione del conducente tempestivamente attraverso appositi segnali visivi e acustici o visivi e aptici, percepibili all’interno o all’esterno del veicolo;
e) il dispositivo antiabbandono deve essere in grado di attivare il sistema di comunicazione indicato alla lettera g);
f) se alimentato da batteria, il dispositivo deve essere in grado di segnalare al conducente livelli bassi di carica rimanente;
g) i dispositivi antiabbandono possono essere dotati di un sistema di comunicazione automatico per l’invio, per mezzo delle reti di comunicazione mobile senza fili, di messaggi o chiamate.
2. Caratteristiche tecnico-costruttive essenziali a) Il dispositivo deve essere basato su sistemi elettronici con
logiche di utilizzo o che utilizzano appositi sensori;
b) nell’interazione con il veicolo o con apposito sistema di ritenuta, il dispositivo non deve in alcun modo alterarne le caratteristiche di omologazione.

Incentivi per l'acquisto dei dispositivi anti abbandono

Il Governo ha stanziato 16,1 milioni di euro per l’acquisto dei dispositivi anti abbandono.

Le modalità per accedere al bonus per acquistare il dispositivo non sono ancora note,l’ammontare dell’incentivo sarà di 30€ ad accessorio.

Da un breve calcolo risulta quindi che solo un quarto dei bambini aventi diritto , circa 2 milioni sotto i 4 anni, potranno usufruire del bonus.

Aggioramenti

Aggiornamento del 9/11/2019 Posticipo Multe

Il ministero del’interno segnala che stanno lavorando per posticipare l’inizio delle sanzioni a Marzo 2020. Speriamo siano celeri!

Aggiornamento 11/11/2019 Dubbi sui dispositivi in commerccio

Passati i primi giorni di frenesia , ci siamo fermati un attimo a ragionare su quanto accaduto. Per capire se i dispositivi anti abbandono omologati , al di là dell’autocertificazione , siano veramente in linea con quanto espresso dal decreto.

L’approfondimento è disponibile in questo articolo

A tal proposito segnaliamo la petizione lanciata da una cittadina per chiedere chiarezza sui dispositivi anti abbandono.

Aggiornamento del 16/11/2019

Richiesta dell’onorevole Rostan Michela del rinvio a Marzo 2020 delle sanzioni.

Aggiornamento del 10/01/2020

Le sanzioni sono state ri-inviate  al 6 Marzo 2020. Al momento non ci sentiamo di consigliare l’acquisto di nessuno dei dispositivi in commercio.

Aggiornamento 29/01/2020

Dal 20 febbraio 2020 si potrà richiedere il bonus per l’acquisto del dispositivi anti abbandono

per ricevere futuri aggiornamenti

Dispositivi anti abbandono:tutti i nostri articoli e le recensioni

Tata: sistema anti-abbandono by Filo

L’intervista con il team di progettazione

Nell’attesa che si concluda l’iter tecnico-burocratico che finalmente porterà all’applicazione della legge sui dispositivi anti-abbandono ,continua il nostro viaggio tra le startup e le aziende Italiane che si stanno prodigando per produrre dispositivi sicuri ed affidabili.

Grazie alla disponibilità del team di Filo, abbiamo intervistato Andrea Gattini.

MSA : Buongiorno Andrea, ti chiedo di dirci chi sei e di cosa ti occupi

Ciao,mi chiamo Andrea Gattini e sono uno dei fondatori di Filo, una startup italiana che realizza prodotti che aiutano le persone a rimanere accanto a ciò che amano.
In Filo mi occupo principalmente di digital marketing, ma anche e soprattutto di capire come rendere un prodotto a misura di consumatore ed offrire la migliore soluzione al suo problema.
Abbiamo cominciato la nostra avventura con Filo Tag, un portachiavi bluetooth che aiuta a ritrovare i propri oggetti con un’app.
Oggi, dopo circa 4 anni, stiamo lanciando il nostro ultimo prodotto, Tata: un cuscino anti abbandono per bambini in auto, dotato di 3 allarmi intelligenti che aiutano a ridurre il rischio di abbandono del bambino in auto.

Team di Filo
Team di Filo : (da sinistra a destra) Giorgio, Lapo, Andrea, Stefania

MSA: Come è nata l’idea di pensare un prodotto per la sicurezza dei bambini in auto?

“In Filo siamo sempre stati legati all’idea di usare la tecnologia per avvicinare le persone alle cose che amano. Lo abbiamo fatto partendo da un portachiavi ritrova oggetti, ma il nostro desiderio è sempre stato quello di creare prodotti che potessero avvicinare le persone ad altre persone.
I nostri primi prototipi in questo senso sono stati sviluppati nel 2015 ed erano stati concepiti come prodotti indossabili (i cosiddetti wearable device).

Prototipo dispositivo wearable

Abbiamo ripreso questi progetti ad Aprile 2018 quando, collaborando con un’azienda esperta nel settore automobilistico, abbiamo cominciato a sviluppare i nostri prototipi per creare soluzioni in grado di aumentare la sicurezza dei bambini durante il trasporto in auto.
Quando si è cominciato a parlare di una legge sui dispositivi anti abbandono, abbiamo allora deciso di adattare i nostri prototipi al caso d’uso dei seggiolini auto.
Da lì ha preso forma Tata.

Dispotivo anti-abbandono Tata
Dispotivo anti-abbandono Tata

MSA: Come funziona il vostro dispositivo anti-abbandono e come si differenzia da altri già presenti sul mercato?

Tata è un cuscino anti abbandono che si collega allo smartphone tramite app ed è dotato di 3 allarmi intelligenti.
Perché intelligenti? Perché Tata è l’unico dispositivo anti abbandono connesso allo smartphone in grado di attivare i suoi allarmi anche se lo smartphone è spento, scarico o senza campo.
Ma partiamo dal principio.
Il funzionamento di Tata è semplice: si attiva in automatico grazie a due sensori (pressione + capacitivo) la cui combinazione riesce ad eliminare i fastidiosi falsi allarmi che gli altri dispositivi non riescono ad evitare: infatti, proprio perché gli altri dispositivi utilizzano solo un sensore di pressione, questi si possono attivare anche se il bambino non è a bordo, ma ad esempio sul seggiolino c’è una busta della spesa.
Il sensore capacitivo di Tata, invece, fa un ulteriore controllo: se c’è un peso sopra, allora verifica che sia un corpo umano. In caso sul seggiolino non ci fosse un corpo umano, Tata non si attiverà.
Dopo essersi attivato, Tata si collegherà allo smartphone ed inizierà la sua fase di monitoraggio del bambino. Quando il genitore si allontana dall’auto si attivano sequenzialmente gli allarmi.

tata allarmi
Sequenza allarmi Tata

Allarme di 1° livello: Notifica sonora sullo smartphone
Quando il tuo bimbo è a bordo e ti allontani dal veicolo con il tuo smartphone, dopo pochi metri riceverai un allarme di primo livello, una notifica sonora udibile anche se lo smartphone è silenzioso.
Allarme di 2° livello: Chiamata sul tuo smartphone
Qualora non disattivassi l’allarme, riceverai una chiamata di emergenza dal nostro centralino virtuale.
Segui le istruzioni dell’operatore per confermare che è tutto sotto controllo.
Allarme di 3° livello: SMS e chiamata ai contatti di emergenza
Qualora non riuscissi a rispondere nemmeno alla nostra chiamata, verrà inviata un’ultima notifica sonora della durata di 60 sec. Se l’allarme non verrà disattivato partirà una chiamata di emergenza e un SMS ai numeri da te preselezionati con l’indicazione GPS utile ad individuare la posizione del bambino.
Le chiamate e gli SMS non sono inviati da Tata, ma dal nostro centralino virtuale a cui si collega l’app, indipendentemente dal tuo smartphone.
Questo significa che, anche se il tuo smartphone fosse spento, scarico o senza campo, gli SMS e le chiamate potranno comunque essere inviate proprio grazie al nostro centralino virtuale.

Riassumendo tutti i vantaggi di Tata rispetto ai concorrenti:

  • Utilizzo di due sensori di rilevamento del bambino (capacitivo + pressione).L’accoppiata di questi sensori RIDUCE I FALSI ALLARMI che altri dispositivi fanno partire anche se il bambino non è a bordo.
  • Gestione intelligente di casi imprevisti

Tata funziona anche se:

  • Smartphone viene dimenticato in auto. Tata è in grado di capire se sei in viaggio o sei fermo: se il bambino è a bordo, la macchina risulta ferma da più di 10 minuti e lo smartphone è comunque connesso tramite bluetooth a Tata, allora probabilmente hai parcheggiato lasciando lo smartphone in auto: in questo caso Tata attiverà gli allarmi di sicurezza verso i contatti di emergenza.
  • Smartphone ha il bluetooth disattivato o viene scordato a casa.Quando il bambino è a bordo e Tata non riesce a connettersi con il tuo smartphone perché il bluetooth è disattivato (o lo smartphone è spento), emetterà un suono intermittente per ricordarti di accenderlo (un po’ come avviene con le cinture di sicurezza).
  • Smartphone è scarico, spento o senza campo.Quando il bambino risulta ancora a bordo e lo smartphone si spegne improvvisamente perché scarico, il nostro centralino virtuale invierà una chiamata di sicurezza ai tuoi contatti selezionati: li avviserà del fatto che il bambino risulta a bordo, ma che Tata non riesce più a comunicare con il tuo smartphone.

In ultimo, Tata è completamente progettato e realizzato in Italia e avrà diverse funzioni che renderanno ancora più facile l’esperienza utente come al condivisione del dispositivo con l’altro genitore e l’avviso batteria scarica (le batterie sono sostituibili).

MSA:Quali difficoltà avete incontrato durante lo sviluppo?

Fortunatamente siamo partiti con un grosso vantaggio: la tecnologia di comunicazione che utilizza Tata (il bluetooth) la conosciamo molto bene.
Infatti dal 2014 sviluppiamo prodotti che utilizzano questa tecnologia (come ad esempio con Filo Tag, il nostro bluetooth tracker ritrova oggetti). Ad oggi in Italia siamo una delle aziende più esperte e conosciute nel settore e questo ci ha permesso di sviluppare il prodotto con molta velocità e accuratezza.
La principale difficoltà è stata, ed è tutt’ora, una difficoltà burocratica in quanto non sono ancora definitivi i requisiti che noi produttori dobbiamo rispettare in tema di dispositivi anti abbandono.
Il rischio principale è che il decreto attuativo stabilisca il nuovo obbligo a distanza di poche settimane dalla sua definizione, impedendo i produttori di adeguare i loro prodotti per tempo qualora le modifiche siano importanti rispetto ai requisiti provvisori già indicati.

MSA:Visto il ritardo accumulato dall’UE che ha di fatto slittare l’obbligo a fine anno, credi che le aziende saranno pronte sul mercato con prodotti a norma di legge?”

La risposta è un grosso punto interrogativo.
Proprio il 22 Luglio è scaduto il nuovo termine di consultazione pubblica prorogato da Aprile. Dal 23 Luglio sarà possibile per il MIT emanare il decreto attuativo definitivo, per poi proseguire l’iter legislativo attraverso il consiglio di Stato.
Non è possibile fare dei pronostici veritieri, ma il rischio oggi è quello di creare un problema che a catena rimbalzerà dai produttori ai consumatori.
Se il decreto imporrà delle modifiche tecniche, noi produttori ci adegueremo con tempi che potranno variare a seconda dell’impatto di tali modifiche: lo scenario finale potrebbe essere quello di un obbligo valido, ma un mercato privo di prodotti a norma di legge (almeno per una prima fase temporale) che farebbe alzare un grande caos sul tema delle sanzioni.
In questo caso la nostra domanda è: come saranno tutelati i consumatori?”

MSA: Grazie Andrea per la tua disponibilità e precisione. Aspettiamo con trepidazione un dispositivo Tata da testare. A presto

Sogei come richiedere il bonus dispositivi anti abbandono

Guida passo passo per la richiesta del bonus sul portale Sogei

Dal 20 Febbraio è attivo il portale Sogei per la richiesta del bonus di 30€ sull’acquisto di dispositivi anti abbandono. Nei giorni precedenti (20 e 21 Febbraio) il portale ha funzionato a singhiozzo, mentre oggi 22 Febbraio ci siamo registrati senza problemi.

Come richiedere il bonus se si deve ancora acquistare il dispositivo

Per prima cosa è necessario andare all’area dedicata del sito Sogei ed effettuare il login tramite SPID. Se quindi siete sprovvisti d’identità digitale non potrete avere accesso al portale.

Richiesta bonus dispositivi anti abbandono SPID
Richiesta bonus dispositivi anti abbandono SPID

Se siete tra coloro in possesso dello SPID e non avete ancora acquistato il dispositivo anti abbandono ,una volta effettuato il login dovrete cliccare su “Aggiungi i dati del bambino per il quale vuoi richiedere il buono

Richiesta bonus dispositivi anti abbandono aggiungi figlio
Richiesta bonus dispositivi anti abbandono aggiungi figlio

A questo punto basterà compilare con i dati del vostro/i bambino/i .

Richiesta bonus dispositivi anti abbandono bambino aggiunto
Richiesta bonus dispositivi anti abbandono bambino aggiunto

Cliccando poi su “Vedi buono” verrà poi visualizzato il buono con l’importo di 30€.

Richiesta bonus dispositivi anti abbandono buono 30€
Richiesta bonus dispositivi anti abbandono buono 30€

Negozi dove spendere il buono

In totale la piattaforma segnala 974 negozi sparsi un po’ per tutta Italia dove spendere il buono.

Richiesta bonus dispositivi anti abbandono totale negozi disponibili
Richiesta bonus dispositivi anti abbandono totale negozi disponibili

Utilizzando i filtri di ricerca e selezionando solo i negozi on-line si scopre che questi sono 0 (zero). Quindi ,per il momento,il buono si può spendere solo in negozi fisici.

Richiesta bonus dispositivi anti abbandono negozi on-line disponibili
Richiesta bonus dispositivi anti abbandono negozi on-line disponibili
back to menu ↑

Richiesta rimborso per chi ha già acquistato il dispositivo anti abbandono

Per chi ha acquistato il dispositivo anti abbandono senza usufruire in maniera diretta del buono, può comunque richiedere il rimborso presentando lo scontrino o la fattura. Durante l’inserimento dei dati del bambino sarà sufficiente spuntare la casella: “Non generare il buono. Richiedi il rimborso per uno scontrino”

Richiesta bonus dispositivi anti abbandono richiesta rimborso
Richiesta bonus dispositivi anti abbandono richiesta rimborso
back to menu ↑

Come prenotare il buono per un figlio la cui nascita è prevista nei prossimi 15 giorni

Nel caso siate in dolce attesa e manchino circa 15 giorni potete prenotare al massimo per 2 buoni da spendere per i nascituri.

Come richiedere il rimborso
Come richiedere il rimborso
back to menu ↑

Problemi di registrazione da parte dei produttori

Diversi produttori e negozi online ci hanno riferito difficoltà tecniche nella registrazione della propria attività per inserirla all’interno degli shop dove spendere il buono.

Al di la dei semplici malfunzionamenti questo è abbastanza grave e discriminante verso quei produttori che sono attualmente esclusi dalla piattaforma. I consumatori sono , giustamente , più propensi ad acquistare il dispositivo nei negozi dove possono spendere il buono, vedendosi così scontato immediatamente il prodotto.

Ci auguriamo che il problema si risolva tempestivamente e che tutti possano giocare ad armi pari, così che i consumatori siano liberi di scegliere il prodotto più adatto alle loro esigenze e non l’unico disponibile in determinate catene di negozi.

back to menu ↑

Come fare se hai inserito per errore la richiesta del buono invece che quella di rimborso

Dalle FAQ del sito SOGEI :

“Se per errore è stato richiesto un rimborso invece di un bonus oppure un bonus invece di un rimborso come si fa a cambiare la scelta?
Attualmente dopo aver inserito una richiesta di rimborso o di bonus non è possibile annullare l’operazione o rettificare la scelta, tuttavia il Ministero sta progettando l’aggiornamento del sito per consentire, nel più breve tempo possibile, la modifica della scelta errata.”

Ringraziamo Simona per la segnalazione.

back to menu ↑

Aggiornamento del 04/03/20

Aggiungiamo che il buono ora è utilizzabile anche su Amazon.

back to menu ↑

Aggiornamento 16/03/20

Grazie a Fabio I. per aver condiviso con noi la risposta di Sogei.

I rimborsi li riceveranno tutti fino ad esaurimento fondi, quindi quelle persone che hanno richiesto per prima il rimborso. Chi ha effettuato l’acquisto pagando il dispositivo in contanti tra il 7 Novembre 2019 e il 20 Febbraio 2020 il rimborso è possibile richiederlo mentre chi ha effettuato l’acquisto pagando il dispositivo in contanti dopo il 20 Febbraio 2020 purtroppo non potrà più richiedere il rimborso.Dopo tale data è possibile richiedere sul sito solo il buono da poter usufruire entro un mese dall’emissione. Inoltre nella settimana che inizia dal 16 Marzo 2020 sarà resa disponibile una modifica del sito che permetterà di cambiare una richiesta errata: da “buono” a “rimborso” o viceversa. Nel caso in cui sia stato richiesto per sbaglio un “rimborso” sarà possibile modificare la scelta in “buono” solo se non è stato salvato lo scontrino all’interno del sito.

Remmy – Intervista a Michele Servalli

Intervista ad un pioniere della sicurezza in auto

Abbiamo fatto la consueta chiacchierata con l’inventore di Remmy, Michele Servalli.

MSA: Buongiorno Michele, ti chiedo di dirci chi sei e di cosa ti occupi

“Buongiorno , mi chiamo Michele Servalli, ho 52 anni e da 6 mi occupo a tempo pieno di sicurezza bambini in auto. In particolare dal 2013 quando abbiamo creato Remmy, il primo dispositivo anti-abbandono disponibile nel mondo. Da allora, oltre a sviluppare e gestire l’azienda, mi sono occupato di fare formazione e informazione per sviluppare cultura della sicurezza per i bimbi in auto: purtroppo ci sono ancora tante persone che sottovalutano i rischi che corre un bambino in caso di incidente se non è assicurato bene in un seggiolino adeguato.
E lo faccio sia online che offline: seguo decine di gruppi di mamme su Facebook dove sono riconosciuto come l’”esperto” di sicurezza bimbi in auto e vengo periodicamente taggato per rispondere a domande su come scegliere il seggiolino, dove posizionarlo etc. etc. Da questa esperienza è nato il format dei miei interventi off-line “Pillole di Sicurezza in Auto”. In pratica vado ovunque sia possibile parlare di sicurezza-bimbi-in-auto e partendo dalle domande tipiche che mi vengono rivolte on-line, aiuto genitori, nonni zii, a capire le best-practice per far viaggiare più sicuri i loro bimbi. Un po’ come fate voi, ma su canali diversi.”

MSA: Come è nata l’idea di pensare un prodotto per la sicurezza dei bambini in auto?

“L’idea è nata da due persone diverse, in momenti diversi: io l’ ho pensato il 31 maggio 2008 quando alla radio dettero la notizia che la bimba di Lecco non ce l’aveva fatta! Era morta perché lasciata in auto per ore dalla mamma … Casualmente ero in macchina con la mia bimba, che al tempo aveva tre anni, quando sentii la notizia e … ebbi la reazione classica che tutti hanno la prima volta che sentono una cosa del genere. “Ma come ca…volo è possibile una cosa simile?” … poi … sono una persona emotiva, ma anche razionale e dopo il primo momento di sbigottimento mi sono detto “Michele … per come sei, e per come vivi in questo momento … (all’epoca facevo il consulente aziendale) … mai dire mai!”. Mi rassicurai pensando che casomai mi fosse successo, Matilde sarebbe stata comunque salva perché ho sempre con me il computer e lo metto dietro, ai piedi del seggiolino. Quindi, nel caso in cui fossi stato vittima di un black-out … il computer mi avrebbe fatto accorgere in tempo di Matilde. Non che il computer sia più importante di mia figlia, ma senza di quello non posso iniziare a lavorare quindi me ne sarei accorto subito. Poi pensai: “… eppure … sarebbe semplice: basterebbe una qualcosa che suona quando arrivi a destinazione e spegni il motore … vabbè, appena ho un attimo ci penso”. Da quel momento passarono 5 anni e una mattina di giugno il mio collega Carlo Donati, anche lui papà di un bimbo piccolo, entrò nel mio ufficio dicendo:” … Michele, hai sentito cosa è successo? Un bimbo è morto perché lasciato in auto dal babbo per 8 ore! Ma ti pare possibile? Siamo nel 2013 e … basterebbe qualcosa che suona quando spegni il motore …”.
Il resto è storia: in poco meno di 5 mesi abbiamo progettato, brevettato, prodotto e reso disponibile il primo dispositivo anti-abbandono nel mondo: il 12 settembre abbiamo costituito la società e il 4 novembre 2013 abbiamo “acceso” il sito da cui si poteva ordinare REMMY CarBabyAlert”

Michele Servalli Intervista Remmy 2
Michele Servalli con Remmy

MSA: Come funziona il vostro dispositivo anti-abbandono e come si differenzia da altri già presenti sul mercato?

Il funzionamento di Remmy CarBabyAlert è semplicissimo, quanto efficace: tramite la presa accendisigari dell’auto il processore all’interno della centralina capisce se il motore è acceso o spento; tramite un sensore di pressione posto sotto alla fodera del seggiolino lo stesso processore capisce se il bimbo è in auto o meno. In funzione delle informazioni che il processore riceve, il processore attiva gli allarmi. In particolare Remmy ha due funzioni:

  • funzione ALERT: ti avvisa se il bimbo si dovesse slacciare le cinture, o sfilarsele, o semplicemente se è legato male
  • funzione REMINDER: ti ricorda che il bimbo è in auto immediatamente nel momento in cui spegni il motore.

Entrambe le funzioni differenziano in maniera evidente e sostanziale Remmy dagli altri prodotti che sono usciti dopo (quasi tutti DOPO che si è iniziato a parlare di legge e che quindi hanno visto il lato business della questione). La prima differenza è molto semplice, immediata e di facile comprensione: Remmy non solo è stato il primo disponibile al mondo, ma è anche l’unico prodotto italiano, che può chiamarsi veramente “anti-abbandono”, perché ti avverte della presenza a bordo del bimbo subito, quando sei ancora in auto, nel momento stesso che spegni il motore. Quindi serve a PREVENIRE l’abbandono, come previsto dall’articolo 1 della legge 117/2018 (“Modifiche all’articolo 172 del codice della strada, … , concernenti l’obbligo di installazione di dispositivi per prevenire l’abbandono di bambini nei veicoli chiusi”). Gli altri dispositivi, che in buona sostanza funzionano grazie alla connessione Bluetooth/SmartPhone, andrebbero piuttosto chiamati SEGNALA-ABBANDONO, perchè di fatto avvertono quando l’abbandono è già avvenuto (mediamente quando sei tra 8 e 15 metri lontano dall’auto e il dispositivo, applicato al seggiolino, perde la connessione con lo smartphone! … sempre che tu non abbia lasciato il cellulare in auto … che il cellulare sia carico e acceso … che il Bluetooth sia attivo … o che semplicemente tu abbia un cellulare e lo sappia usare!). Questa è la differenza fondamentale: ed è per questo motivo che nel 2013 quando abbiamo creato Remmy abbiamo subito abbandonato l’idea di affidare la protezione dei bimbi ad uno smartphone: non sarebbe stato possibile avere la certezza al 100% che tutto funzioni a modo!

Oltre a questa differenza, secondo noi sostanziale, REMMY CarBabyAlert è l’unico che ha la funzione Alert: cioè ti segnala se mentre sei in viaggio il bimbo si dovesse slacciarsi le cinture, sfilarsele o semplicemente se è legato male. Anche questa è prevenzione: Remmy ti avvisa che devi fermarti per ripristinare le condizioni di sicurezza!

Non è un caso che la Commissione Europea ha premiato Remmy CarBabyAlert con il GOLD AWARD al Product Safety Award! (https://ec.europa.eu/product-safety-award/meet_the_winners_en.htm)

Michele Servalli GOLD AWARD al Product Safety Award
Michele Servalli GOLD AWARD al Product Safety Award

MSA: Quali difficoltà avete incontrato durante lo sviluppo?

Non ci sono state particolari difficoltà in termini di sviluppo: la tecnologia che utilizza Remmy è molto semplice anche se molto più complessa di quello che sembra; solo per darti un’idea, Remmy è composto da quasi 100 componenti! E contrariamente ad altri prodotti similari, non si limita a capire se la macchina è
accesa o spenta tramite un “banale” relè … il nostro sistema misura la tensione della batteria tramite la presa accendisigari e, sotto una certa soglia capisce che il motore è spento. In pratica, non serve che la tensione della batteria allo spinotto sia a 0 Volt; basta la diminuzione della tensione sotto una determinata soglia dovuta allo spegnimento dell’auto! Anche il tema “c’è però un cavo tra lo spinotto e il sensore di pressione” può sembrare un anacronistico nel 2019, al tempo di tutto connesso, tutto wireless, tutto Bluetooth. Per noi quel cavo è fondamentale! Ci da la certezza che le due componenti base di Remmy siano in contatto!

MSA: Il percorso normativo della legge anti-abbandono è stato lungo, travagliato e non è ancora del tutto terminato. Pensi si potesse fare meglio? Cosa cambieresti?

Sinceramente non ho competenze specifiche dal punto di vista delle procedure legislative che devono essere attivate per passare da una proposta di legge alla sua attuazione, per cui non saprei che rispondere.
In merito a se si potesse fare meglio e cosa cambierei invece, ti rispondo riportando quanto dissi in Commissione Trasporti quando mi convocarono in audizione per avere indicazioni su quali fossero per me le caratteristiche che un dispositivo dovesse avere per essere sicuro ed affidabile,in estrema sintesi, perché un prodotto sia sicuro:

  1. non deve richiedere alcun tipo di azione da parte dell’utente
  2. non deve richiedere nessun tipo di manutenzione/istallazione
  3. non deve dipendere da altri oggetti/dispositivi
  4. deve avvertire immediatamente, quando sono ancora in auto
  5. deve avvertire anche se c’è qualche problema di funzionamento
  6. deve costare poco: il prezzo non deve essere una barriera alla protezione

Ora, oltre ad essere particolarmente contento che finalmente a breve tutti i bambini viaggeranno più sicuri in auto. Anche i figli di genitori che si sentono infallibili e pensano che certe cose a loro non potrebbero mai capitare. Sono anche molto orgoglioso di aver avuto la possibilità di offrire un contributo concreto alla stesura di questa legge e delle caratteristiche tecniche del decreto attuativo (di fatto, sono stati ripresi quasi alla lettera tutti i punti che avevo indicato).

Remmy punti principali sicurezza
Remmy punti sicurezza

Cosa si poteva fare meglio? Guarda … mi preme evidenziare solo due cose, quelle per me piu importanti:

Prima cosa: prevedere l’obbligo fino a 5 anni di età; non perché cosi si vendevano più dispositivi, ma perché se è vero che la media dei casi accaduti, e noti, si riferisce a bimbi di 2,4/2,5 anni, nella gaussiana ci sono anche casi di bimbi tra i 4 e 5 anni, come ho mostrato in Commissione e come ho scritto nei commenti alla bozza sulla piattaforma tris . È vero che sono molto “pochi” (anche se UNO è già troppo, soprattutto per i genitori e la famiglia di quell’UNO …), come sono pochi i casi accaduti con bimbi di poche settimane. Il fatto però è che succede! Dopo i 5 anni poi, non è che non possa capitare; ma nel caso, il bimbo normalmente è in grado di fare qualche cosa per salvarsi. Infatti non risultano casi noti con bambini sopra i 5 anni, a parte alcuni di 8/10 anni e uno addirittura di 13! Ma sono casi in cui è stata la disabilità del bimbo che ha impedito che potesse fare qualcosa da solo per salvarsi.


Secondo punto, evidentemente il piu importante: avrebbero dovuto sciogliere l’ambiguità che viene generata dal termine “tempestivamente” nel punto 1.d (“nel caso in cui il dispositivo rilevi la necessità di dare un segnale di allarme, quest’ultimo deve essere in grado di attirare l’attenzione del conducente tempestivamente attraverso appositi segnali visivi e acustici o visivi e aptici, percepibili all’interno o all’esterno del veicolo;”).


Il termine TEMPESTIVAMENTE (secondo me utilizzato volutamente lascia spazio all’interpretazione: qual è il tempo che deve passare perché l’avvertimento possa essere un avvertimento tempestivo? Un secondo? Dieci secondi? Un minuto? Oppure un metro? Otto metri? Quindici metri? (forse vale la pena ricordare che in questi casi bastano 20 minuti perchè ci possano essere danni irreversibili al bambino, e poco piu di due ore per arrivare al decesso)


Il problema, per la vita dei bimbi, è che l’avverbio TEMPESTIVAMENTE in sostanza ha fatto sì che possano essere considerati entro la norma anche sistemi che, oggettivamente, non sono da considerare efficaci; in particolare quelli che ti avvisano quando sei fuori dall’auto, come ho provato a spiegare prima: possono esserci decine di situazioni per cui il sistema fallisce nel suo obbiettivo: salvare la vita ad un bimbo. E voglio ribadire quanto detto prima: nel 2013 avevamo valutato anche noi soluzioni di quel tipo, ma le abbiamo abbandonate perché non sicure al 100%.


A questo punto però … meglio una legge non perfetta piuttosto che niente. Adesso sarà il consumatore che sceglierà se risparmiare qualche euro per andare a mangiare una pizza in più, oppure proteggere il proprio bimbo. Come accade con i seggiolini auto, ci sarà chi comprerà il dispositivo per non rischiare di prendere la multa e chi lo comprerà per proteggere il proprio bambino.
Io sono comunque contento e soddisfatto; non potevo fare di più. Il mio obbiettivo all’inizio di questa avventura era, e rimane, proteggere più bambini possibile da tragedie che si possono evitare. È questo quello che conta, più di qualsiasi logica commerciale.


E la domanda che ora mi sorge spontanea è: avere la sicurezza di aver fatto il massimo possibile per proteggere il mio bambino, vale una pizza in più?

Michele Servalli

Tutte le novità sui dispositivi anti abbandono sono disponibili QUI.

Recensione Tippy – Dispositivo anti-abbandono

Tippy sistema anti-abbandono recensione e prezzo

Tra i dispositivi anti abbandono attualmente in commercio, diverse le proposte italiane anche per quanto riguarda l’applicazione a strumenti tecnologici. È questo il caso di Tippy, prodotto dalla società Digicom di B810 Group, un “cuscino intelligente” che viene posizionato sul seggiolino del piccolo e che, una volta collegato allo smartphone tramite Bluetooth e una App apposita, avvisa il guidatore con un segnale sonoro quando l’auto si ferma e il bambino è ancora a bordo. Vediamo ora nel dettaglio.

Contenuto della confezione

Tippy contenuto della confezione
Tippy contenuto della confezione

Come già visto per altri cuscini anti abbandono il contenuto della confezione è davvero minimale, all’interno infatti trovate:

Caratteristiche

Tippy sfoderabile
Tippy sfoderabile

Installazione e configurazione

Installazione cuscino

L’installazione del dispositivo richiede pochi minuti, basterà infatti appoggiarlo alla seduta del seggiolino e far passare l’ancoraggio delle cinture 5 punti nell’apposita fessura orizzontale.

Istruzioni montaggio Tippy
Istruzioni montaggio Tippy

Configurazione APP Tippy

L’installazione dell’APP avviene nei consueti store di Android e IOS. Una volta installata inizierà il processo di registrazione.

Tippy Registrazione APP
Tippy Registrazione APP

Successivamente sarà sufficiente seguire le indicazioni per associare l’App al dispositivo, completando la procedura indicando il nome del bambino e fornendo i numeri di emergenza a cui eventualmente inviare un SMS nel caso ci si allontanasse dal cuscino per più di 10 metri.

Funzionamento

Il funzionamento è molto basilare, una volta associato Tippy allo smartphone, quando entriamo in auto (con bluetooth e gps dello smartphone attivo) e mettiamo il bimbo sul seggiolino, Tippy lo rileva grazie ai sensori di peso.

Allarmi

Nel momento in cui ci si allontana per più di 10 metri (la portata del bluetooth) dal seggiolino ed il dispositivo rileva ancora il bambino, verrà inviata un allarme sullo smartphone, se questo non verrà disattivato entro 60 secondi partiranno gli SMS ai numeri d’emergenza precedentemente inseriti nella fase di configurazione.

Tippy allarme
Tippy allarme

Analisi

Partiamo con una piccola curiosità, nell’etichetta del rivestimento di Tippy si segnala che è lavabile al massimo 5 volte.

Tippy etichetta fodera
Tippy etichetta fodera

Tippy è uno dei tanti dispositivi anti abbandono COMPLETAMENTE dipendi dallo smartphone. Non che io abbia qualcosa contro gli smartphone , ma non mi piace il loro utilizzo associato ai dispositivi anti abbandono. Perchè?

Perché anche volendo accantonare i problemi pratici , per esempio quando si lasciano i figli a genitori non particolarmente tech. Il problema è che Tippy e simili costringono l’utente a :

  • ricordarsi di portare con se lo smartphone quando sale in auto , ma soprattutto quando SCENDE!
  • Tenere attivo o ricordarsi di attivare il Bluetooth e GPS
  • Controllare che l‘APP sia attiva e che funzioni correttamente

Insomma questi dispositivi dovrebbero servire ad evitare abbandoni proprio quando il nostro cervello è già saturo di incombenze, ma invece se ne aggiungo altre.

Migliorseggiolinoauto.it

Ho chiesto anche a Digicom (in data 30/10/2019), cosa significhi esattamente che il dispositivo è compatibile con tutti i seggiolini e se avessero eseguito dei crash test per verificare l’effettiva ininfluenza . Ecco la risposta:

“…per compatibile intendiamo che, a livello di forma, può essere montato su tutti i seggiolini auto. Abbiamo eseguito anche diversi crash test. Pubblicheremo la certificazione nelle prossime settimane.”

Aggiornerò la recensione appena avrò ulteriori notizie.

Conclusioni

Tippy soffre degli stessi problemi di tutti gli altri dispositivi di questo tipo, NON perchè il dispositivo sia costruito male, l’APP non funzioni o l’assistenza sia scadente, anzi tutto funziona molto bene.Il problema è concettuale, i passaggi da ricordare per avere un dispositivo funzionante restano troppi. Il prezzo resta comunque accattivante essendo di fatto il dispositivo più economico sul mercato.

Potete acquistarlo in offerta grazie a MigliorSeggiolinoAuto.it , cliccando sul pulsante OFFERTA.

Digicom 8E4610 - Tippy Smart Pad Cuscino Di Sicurezza Per Seggiolini Bambini, Nero

1 used from 28,88€
Free shipping
Last update was on: 19 Settembre 2020 21:01
in stock
39,99 59,90
7 Total Score
Tippy sistema anti-abbandono recensione e prezzo

Tippy soffre degli stessi problemi di tutti gli altri dispositivi di questo tipo, NON perchè il dispositivo sia costruito male, l'APP non funzioni o l'assistenza sia scadente, anzi tutto funziona molto bene.Il problema è concettuale, i passaggi da ricordare per avere un dispositivo funzionante restano troppi. Il prezzo resta comunque accattivante essendo di fatto il dispositivo più economico sul mercato.

PROS
  • Sfoderabile
  • APP facile da utilizzare
  • Si connette automaticamente quando appoggiamo il bambino
  • Si possono connettere fino a 3 dispositivi allo stesso smartphone
CONS
  • Batterie non ricaricabili e non sostituibili
  • Dipende al 100% dallo smartphone
  • Avverte ad abbandono già avvenuto
  • Fodera lavabile al massimo 5 volte
Voto degli utenti: 4.05 (367 Voti)

Recensione Remmy – Dispositivo anti-abbandono

Remmy sistema anti-abbandono recensione e prezzo

Ecco l’idea di un dispositivo “segnala bebè” messa a punto da due papà italiani, Carlo Donati e Michele Servalli (leggi l’intervista completa a Michele Servalli), colleghi di lavoro in una società di consulenza direzionale di Bologna, perché i più piccoli (l’obbligo dei dispositivi anti abbandono interesserà infatti il trasporto di bambini fino a quattro anni in auto e autocarri, con esclusione di pullman e pulmini) non vengano involontariamente “dimenticati” in auto e possano invece essere monitorati costantemente.

Si tratta di Remmy/Car Baby Alert, un sistema anti abbandono che può essere installato su qualsiasi seggiolino che rileva il peso del bambino quando vi è è seduto. Quando l’auto viene spenta e il sensore rileva ancora la presenza del piccolo in auto, emette un segnale di allarme.

Contenuto della confezione

Remmy contenuto della confezione
Remmy contenuto della confezione

La confezione di Remmy contiene:

  • Busta con all’interno : 1 adesivo Baby on Board, opuscolo con i consigli di tata Adriana Cantisani (di S.O.S Tata) per proteggere i bambini in auto, 1 foglio per attivare la garanzia ed una guida introduttiva a Remmy
  • Centralina con il classico attacco all’accendisigari
  • Pad con filo da mettere sotto la seduta del seggiolino

Caratteristiche

  • Dispositivo completamente cablato
  • Non richiede l’utilizzo dello smartphone
  • Presa USB da 5V 2A sulla centralina
  • Rileva dai 2Kg di peso

Installazione e configurazione

Remmy attivo senza bambino
Remmy attivo senza bambino

L’installazione richiede giusto un paio di minuti , sarà sufficiente inserire la centralina nell’accendisigari e il pad sotto la seduta.

Configurazione

L’unica configurazione necessaria è quella per impostare Remmy in versione Start&Stop o senza.

Remmy Istruzioni per Start&Stop
Remmy Istruzioni per Start&Stop

Niente di più semplice, quindi, ma estremamente efficace, da potersi utilizzare indipendentemente dal tipo auto, in quanto adatto anche su auto dotate di sistema start&stop.

Funzionamento

Remmy attivo con bambino a bordo
Remmy attivo con bambino a bordo

Quando il bambino è a bordo accomodato sul seggiolino provvisto di sensore, si accenderà il led blu sulla centralina.

Allarmi

Funzione Reminder

Allo spegnimento del motore Remmy inizierà ad emettere un segnale sonoro intermittente e prolungato fino al prelievo del bebè dal seggiolino.

Funzione Alert

Anche durante la marcia se il bambino si sposta dal seggiolino o si muove più del dovuto Remmy ci avvertirà sempre tramite un suono intermittente.

Analisi

Remmy è uno dei primi dispositivi nati per evitare l’abbandono dei bimbi in auto e la sua forza sta nella semplicità. Il check sonoro all’accensione, inoltre, permette di verificare la corretta installazione e il corretto funzionamento del dispositivo (senza eseguire alcuna azione), che rimarrà sempre attivo.

Altra cosa importantissima, al contrario di altri dispositivi ci avverte prima che il bambino sia stato abbandonato, ricordandoci il bambino appena spento il motore. Non soffre perciò dei difetti degli smartpad utilizzabili solo con lo smartphone.

Solo pregi quindi? No di certo anche Remmy ha dei difetti, inanzi tutto come già visto su dispositivi simili i suoni emessi dalla centralina sono validi , ma un po’ più di volume non avrebbe guastato.

Altra perplessità viene dal peso minimo che rileva pad, sul libretto d’istruzioni sono indicati infatti 5Kg .Nei nostri test ha dimostrato una sensibilità maggiore ,dai 2 Kg di peso e anche il produttore ci ha confermato una sensibilità da 1,5 Kg. Resta comunque una discrepanza.

Remmy Sensibilità sensore
Remmy Sensibilità sensore

Nel caso venga utilizzato associato al classico ovetto che trasportiamo tra la casa e l’auto sarà poi necessario ricordarsi di attaccare il cavo del sensore ogni volta, problema comunque in parte superato dal check iniziale della centralina che ci avvisa se ci sono anomalie , compreso il pad staccato.

Conclusioni

Un rilevamento semplice per un sistema più che funzionale, facile da installare, che non necessita di manutenzione e anche piuttosto economico, che consiste in pochi ma efficaci elementi: Remmy infatti si aziona semplicemente tramite la presa accendisigari dell’auto ed è dotato di presa USB per consentire la ricarica del cellulare senza dover necessariamente disattivare il dispositivo di segnalazione.

Uno strumento tutto italiano, nato dalla volontà di rendere più sicura la permanenza dei più piccoli in auto, dal buonorapporto qualità/prezzo, che consente di vivere in tutta tranquillità i viaggi con i propri bambini e che permette al guidatore di sentirsi sicuro in ogni momento.

Potete acquistarlo in offerta grazie a MigliorSeggiolinoAuto.it , cliccando sul pulsante OFFERTA.

Remmy - Versione Singola - No Start & Stop

Last update was on: 20 Settembre 2020 05:26
in stock
72,50 79,00

Remmy - Versione Doppia - No Start & Stop

Free shipping
Last update was on: 20 Settembre 2020 05:26
in stock
7.8 Total Score
Remmy sistema anti-abbandono recensione e prezzo

Uno strumento tutto italiano, nato dalla volontà di rendere più sicura la permanenza dei più piccoli in auto, dall’ottimo rapporto qualità/prezzo, che consente di vivere in tutta tranquillità i viaggi con i propri bambini e che permette al guidatore di sentirsi sicuro in ogni momento.

PROS
  • Cablato
  • Indipendente dallo smartphone
  • Non necessita di verifiche prima di ogni utilizzo
  • Si ricarica automaticamente
CONS
  • Se utilizzato sull'ovetto sarà necessario ricordarsi di attaccare il cavo
  • Discrepanze sul peso minimo rilevato dal sensore
Voto degli utenti: 4.79 (584 Voti)

Recensione KIP – Sistema anti-abbandono

KIP : keep infant protected recensione e prezzo

La legge sui dispositivi anti-abbandono ha stuzzicato la creatività delle aziende Italiane impegnate a creare dei prodotti che rispondano alla normativa, ma soprattutto che siano efficaci nel tutelare l’incolumità dei nostri bambini.

KIP , prodotto da Noratech , nasce tra le montagne della Valtellina dove Cristian Cassina e Luca Filippucci hanno ideato KIP. Per chi volesse approfondire è disponibile la nostra intervista a Cristian Cassina.

Caratteristiche

  • Rileva la presenza del bambino grazie al sensore di peso da porre sotto la fodera della seduta del seggiolino.
  • Comunica con il tuo telefono tramite segnale GSM, grazie alla SIM dati inclusa nel dispositivo valida per ben 8 anni senza spese aggiuntive.
  • Dotato di GPS permette di localizzare il seggiolino in qualsiasi posto si trovi, funzione comoda anche in caso di furto dell’auto.
  • Il pannello solare posto sulla centralina permettere di mantenere carico il dispositivo quando esposto ai raggi solari.

Contenuto della confezione

KIP contenuto della confezione
KIP contenuto della confezione

Nella confezione di KIP troverete :

  • 1 centralina con pannello solare
  • 1 antenna
  • 1 cavo USB per la ricarica
  • 1 sensore di pressione
  • 1 velcro adesivo
  • Istruzioni per l’installazione e configurazione

Installazione e configurazione

Montaggio componenti

Gli unici componenti da montare sono la piccola antenna ed il sensore di peso da collegare entrambi alla centralina.Il tempo richiesto dall’operazione è di 1 minuto ,anche per i meno pratici.

KIP centralina e cuscinetto
KIP centralina e cuscinetto

Configurazione software

La configurazione di KIP è altrettanto semplice : basterà infatti scaricare Telegram , famosissima APP gratuita per la messaggistica, dal PLAY store o dall’ Apple Store , ed iniziare il processo guidato di configurazione.

Vediamolo insieme:

  • Una volta installato ed avviato Telegram sarà sufficiente cercare KIP sulla barra di ricerca . (vedi immagine sottostante)
KIP configurazione 1
KIP configurazione 1
  • Successivamente inizierà il processo di configurazione: il software rileverà automaticamente il vostro numero di telefono e vi indicherà come procedere. (vedi immagine sottostante)
KIP configurazione 2
KIP configurazione 2
  • Ogni dispositivo KIP è dotato di un numero univoco da inserire quando richiesto. (vedi immagine sottostante)
KIP configurazione 3
KIP configurazione 3
  • A questo punto, dovrete inserire : un nome da assegnare al dispositivo, un indirizzo email e 5 numeri da contattare in caso di emergenza (come previsto dalla bozza del ministero). Naturalmente non siete obbligati ad inserirli tutti e 5. (vedi immagine sottostante)
KIP configurazione 4
KIP configurazione 4
  • KIP attiva i propri allarmi dopo un tempo X di permanenza ed un tempo X di immobilità del bambino sul seggiolino. Questi due fondamentali parametri vanno configurati in quest’ultima fase. La possibilità di poterli modificarli in ogni momento rende KIP davvero versatile, infatti se programmate un viaggio lungo imposterete un lasso di tempio ampio (fino a 300 minuti) , mentre per i tragitti corti (quelli quotidiani) potrebbero bastare anche 5 minuti. (vedi immagine sottostante)
KIP configurazione 4
KIP configurazione 4

La configurazione di KIP è terminata , tutti i dati sono comunque modificabili in qualsiasi momento e per infinite volte. Per cui anche in caso di errore nell’inserimento basterà ricominciare la procedura.

Funzionamento

L’utilizzo quotidiano di KIP è molto semplice. Ogni qual volta metterete il vostro bambino sul seggiolino auto, KIP si attiverà. (vedi immagine sottostante)

KIP funzionamento bimbo a bordo
KIP funzionamento bimbo a bordo

Nel caso in cui il dispositivo non rilevasse alcun movimento del bambino o questo fosse in macchina oltre tempo configurato ,KIP invierà un avviso sul vostro telefono , una volta visualizzato il messaggio potrete anche richiedere l’invio della posizione GPS . Nel caso invece, in cui il messaggio NON venga visualizzato, KIP invierà un avviso ai numeri di emergenza memorizzati e contemporaneamente la centralina inizierà ad emettere un allarme sonoro,così da allertare eventuali persone vicine.

KIP funzionamento bimbo a bordo 2
KIP funzionamento bimbo a bordo 2

KIP segnala anche quando la batteria sta per scaricarsi

KIP , messaggio batteria scarica
KIP , messaggio batteria scarica

Conclusioni

KIP è un dispositivo pronto all’uso, facile da installare , da configurare e da utilizzare. La SIM inclusa permette di veicolare le comunicazioni con il vostro smartphone tramite rete dati GSM , superando così il limitatissimo raggio di azione della tecnologia Bluetooth. Le segnalazioni nel caso si attivassero gli allarmi di KIP ci sembrano più che sufficienti per allertare una eventuale rete di soccorso. Attualmente sicuramente il dispositivo anti-abbandono più completo ed a “norma di legge” disponibile sul mercato. Difetti? Il cavo che collega il cuscinetto alla centralina ci è sembrato un po’ corto, un cavo più lungo agevolerebbe il posizionamento della centralina al sole per la carica o un eventuale connessione alla “rete elettrica” dell’auto tramite USB per la ricarica continua.

Dispositivo anti abbandono KIP - keep infant protected

Free shipping
Last update was on: 18 Settembre 2020 16:56
in stock
164,70
8 Total Score
Recensione KIP - Sistema anti-abbandono

KIP è un dispositivo pronto all'uso, facile da installare , configurare e da utilizzare.

PROS
  • Comunicazione tramite rete GSM
  • SIM inclusa e gratuita per 8 anni
  • Installazione e utilizzo semplice
  • Allarmi efficaci
CONS
  • Cavo di connessione alla centralina un po' corto
  • Costoso
Voto degli utenti: 4 (17 Voti)

Seggiolini con sistema anti-abbandono integrato

Alcuni produttori di seggiolini hanno già pronti dei modelli con sensore anti-abbandono integrato.

Chicco Bebè Care

Equipaggerà i nuovi seggiolini Chicco Oasys 0+ Plus e Chicco Oasys iSize . Funzionerà tramite un APP messa a disposizione gratuitamente. Trovate ulteriori informazioni sul sito ufficiale Chicco .

Cybex SensorSafe

Anche l’azienda tedesca Cybex, leader internazionale per prodotti che favoriscono la sicurezza dei bambini in auto ha proposto anche per il mercato italiano il suo Sensor Safe, un dispositivo anti-abbandono da montarsi sulle cinture di sicurezza del seggiolino. Si tratta di un dispositivo innovativo che si presenta come una clip collegata al sistema di ritenzione del bambino sul seggiolino, che si attiva appena la clip viene chiusa. Questa, connessa a una App per smartphone via Bluetooth (disponibile sia per sistemi Android sia iOs) invia un allarme sia sonoro sia tramite notifica sullo smartphone del guidatore.
Se Sensor Safe ha come applicazione principale quella di avvertire i guidatori della presenza del bimbo in auto quando questa si ferma, integra anche altre funzioni, sempre di aiuto per quanto riguarda la sicurezza dei tragitti in auto dei bambini. E così, sempre tramite segnale sonoro, Sensor Safe segnalerà immediatamente al genitore anche se il sistema di chiusura non è adeguatamente funzionante, nonché se a temperatura all’interno dell’auto – o troppo bassa o troppo alta – è da considerarsi pericolosa per la
salute del piccolo e anche quando è arrivato il momento per lui di “fare una sosta” durante un lungo viaggio.
Un dispositivo semplice ma efficace, che aiuta ad affrontare con maggior sicurezza e tranquillità i tragitti
in auto di tutta la famiglia, brevi o lunghi che siano. Sarà disponibile sui modelli I-Size di Cybex

Aggiornamento del 11/2/2019 Cybex SensorSafe

Cybex ci ha confermato che il loro dispositivo Sensor Safe sarà disponibile solo con i nuovi seggiolini. Riporto la risposta “Al momento attuale riteniamo più opportuno fornire all’utente un seggiolino completo che aiuti a prevenire gli incidenti e non un accessorio aggiuntivo. Il dispositivo SensorSafe è già disponibile ma soltanto preinstallato su alcuni seggiolini omologati i-Size e dotati di sistema cinturine a 5 punti. “

Aggiornamento del 05/11/2019 Cybex SensorSafe

Anche se con un po’ di ritardo sono riuscito a parlare con una rappresentante di Cybex. Mi hanno confermato che loro venderanno solo SensorSafe con alcuni seggiolini i-Size e non verrà mai venduto separatamente. Ho chiesto poi cosa dovessero fare le centinaia di persone che hanno acquistato un seggiolino con cuscino frontale la risposta è stata :“Devono rivolgersi al rivenditore per farsi consigliare” . Alla mia affermazione successiva , su come si possa rispondere ai propri clienti in questo modo dopo aver speso diverse centinaia di euro per il seggiolino , mi è stato detto: “I clienti hanno pagato per la sicurezza dei seggiolini Cybex”.

Una strategia comunicativa aggressiva /passiva fatta di risposte standard che non mette in buona luce una azienda del calibro di Cybex.

182 Comments
  1. […] della legge sui dispositivi anti abbandono ha subito una battuta di arresto causa la pandemia, ma […]

  2. Buongiorno,
    vorrei sapere se tale presidio è da utilizzare anche con l’ovetto che si utilizza nei primi mesi dopo nascita. Non mi risulta chiaro essendo che poi l’ovatto viene rimosso dalla macchina con il bambino o comunque, essendoci il rischio che vengano entrambi “dimenticati” è necessario mettere tale presidio anche lì? Ringrazio.
    Ringrazio

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 22 Luglio 2020 at 17:11

      Buonasera Mara, va utilizzato per tutti i bambini fino a 4 anni sia che vengano trasportati sull’ovetto o sul seggiolino.Il dispositivo la avvisa se lei esce dalla macchina ed il bambino è restato in auto.Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti.Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  3. Buongiorno, visto che l’obbligo è entrato in vigore quando abbiamo cominciato a dover restare a casa per il Covid19 non ci siamo ancora dotati di un sistema anti abbandono,anche perché non abbiamo trovato soluzioni davvero adatte a chi non vuole utilizzare il proprio smartphone e non vuole far perdere l’omologazione al seggiolino…avete novità sul dispositivo BoBCam?perché visto il ritardo con la produzione del dispositivi dovevano rilasciare una app x potersi creare da sé il sistema anti abbandono con un vecchio telefono,ma dopo quasi 2 mesi da quando doveva uscire non hanno mandato aggiornamenti in merito…magari voi riuscite a farvi dire qualcosa di chiaro!!
    Grazie per le vostre ottime recensioni sempre molto utili, buona giornata.

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 29 Aprile 2020 at 09:56

      Buongiorno Marina,da quello che so BoB App è pronta, manca la pubblicazione sullo Play Store che però sta andando a rilento a causa in quanto anche Google ha dei problemi con i dipendenti. Comunque a giorni pubblicherò un intervista a Giuseppe Guida con gli aggiornamenti e ci sarà anche una sorpresa per i lettori di MigliorSeggiolinoAuto.it.

  4. Buonasera,
    devo ancora acquistare il dispositivo, ma ad oggi è possibile avere una lista dei dispositivi conformi?

    Grazie

    • Buongiorno,
      Ho una bambina di 3 anni e mezzo, che viaggia in un seggiolino Gruppo 2-3, quello che sfrutta le cinture dell’auto stessa. I sistemi antiabbandono adatti a questo gruppo di seggiolini quali sono?
      Grazie mille

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 15 Febbraio 2020 at 10:56

      Buongiorno Guerrino, tutti i dispositivi anti abbandono recensiti sul nostro sito sono forniti di autocertificazione di conformità. Restano delle questioni in sospeso che ancora nessuno ha chiarito.Grazie per averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  5. Buongiorno,
    noi utilizziamo il seggiolino Cybex Gold Pallas S Fix e ancora non sono riuscita a capire quale dispositivo sia adatto a questo seggiolino. Ho paura di perdere l’omologazione del seggiolino stesso se inserisco un cuscinetto sotto la seduta, cercando su internet non ho trovato nessun aggiornamento riguardante questa marca di seggiolini.
    Grazie per l’aiuto, non riesco a venirne a capo…

    • ho contattato cybex mi hanno detto che pppler pallas va bene il tippy pad. se vuoi prova a mandare un email. a me hanno risposto subito

      • Reply
        MigliorSeggiolinoAuto 2 Marzo 2020 at 17:35

        Buonasera Laura, Cybex sembra aver intrapreso questa strada, mi chiedo se abbiano ri-testato tutti i seggiolini con il Tippy. Il problema non è cosa dichiarano le singole aziende, per lo stesso concetto ognuna di esse potrebbe infatti dichiarare che un nuovo seggiolino è omologato senza aver fatto i test, ma così non è. Chiederemo spiegazioni..Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

        • a me e stato detto che hanno fatto i test e che tippy va bene…

        • MigliorSeggiolinoAuto 2 Marzo 2020 at 18:23

          Buonasera Laura, me lo auguro che siano stati fatti. Quindi hanno ri-testato tutti i seggiolini? C’è una lista? Chiederò comunque chiarimenti.Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 13 Febbraio 2020 at 23:13

      Buonasera Monica, è un rompicapo a cui nessuno a trovato una soluzione. L’unico ,che stando alle dichiarazioni, sarà completamente a norma sarà BobCam,ma per il momento non è ancora disponibile (fonti interne mi hanno detto che a breve ci saranno novità).Se ha bisogno di altro sa dove trovarmi. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • Buonasera,
        la pagina Facebook di Cybex Italia riporta che il Tippy Pad è conforme al Pallas

        • MigliorSeggiolinoAuto 27 Febbraio 2020 at 07:36

          Buongiorno Claudia, non ho trovato nessuna indicazione da parte di Cybex. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  6. Se ho capito bene, i dispositivi che si basano sul bluetooth hanno un problema di fondo, su cui però non ho trovato discussioni o articoli.
    Il bluetooth ha comunque un raggio di azione di circa 10 metri (se non più).
    Tutti i dispositivi anti abbandono basati sul bluetooth che ho visto sinora (compresi quelli con tracker esterno, oltre che quelli che si collegano allo smartphone) si basano sul principio che iniziano a segnalare l’abbandono quando il bluetooth perde il segnale rispetto al cuscino (quindi se si supera la distanza dei 10 metri).

    In molti posti in cui parcheggio l’auto, non supererei questa distanza, o comunque sarei in quei dintorni, quindi ancora “a rischio”: in ufficio, a casa nostra, dai suoceri, etc…
    Potenzialmente sono quindi tutte situazioni in cui il dispositivo non riuscirebbe a segnalare l’abbandono perché rimarrebbe ancora connesso al cuscino.

    Sta sfuggendo qualcosa a me, o effettivamente c’è questo problema? Dei dispositivi basati su bluetooth sapete se c’è qualcuno che riesce a rilevare la distanza dal cuscino (e quindi dà segnalazione già se viene superata di 1-2 metri… ma non so se il protocollo bluetooth riesca a gestire la distanza) oppure se appunto funzionano tutti solo con la disconnessione?

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 28 Gennaio 2020 at 18:59

      Buonasera Stefano, non le sfugge nulla ed ha colto nel segno quelle che sono le nostre perplessità sui dispositivi che utilizzano il bluetooth non solo come metodo di comunicazione , ma anche come metodo per dare il segnale di allarme. Il protocollo di comunicazione Bluetooth non da modo di “capire” la distanza a cui sta l’oggetto al quale è collegato per cui solo la disconnessione può essere utilizzata come parametro per dire che il guidatore si è allontanato dall’auto. Questo avviene per l’appunto dopo ,circa, una decina di metri, sempre che il telefono non sia restato nell’auto insieme al bambino. In quel caso il dispositivo diventa completamente inutile. Grazie per averci contattato.Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  7. “Il 7 novembre 2019 entrerà quindi in vigore il decreto, MA secondo la legge 117 del 2018 l’obbligo scatterà solo dopo 120 gg quindi il 6 Marzo 2020.

    Aggiornamento 06/11/2019
    Sembra proprio che al contrario di tutte le previsioni fatte, si sia deciso di far partire le sanzioni lo stesso giorno dell’attivazione del decreto legge, ovvero il 07/11/2019, domani”

    Volevo chiarire in merito. Tutte le “previsioni fatte” (non si sa da chi, tra l’altro) altro non erano che un’errata interpretazione della Legge 117 perché essa, seppur citi i 120 giorni per l’adeguamento, segnala chiaramente l’obbligo “COMUNQUE ENTRO il 1° luglio 2019”.
    Il comma 3 dell’articolo 1 infatti recita: “Le disposizioni di cui al comma 1 si applicano decorsi centoventi giorni dalla data di entrata in vigore del decreto di cui al comma 2 e comunque a decorrere dal 1° luglio 2019.”
    Il penoso ritardo del Ministero all’emanazione del Regolamento non faceva slittare automaticamente i 120 giorni. Purtroppo l’inerzia degli organi statali hanno fatto saltare i 6 mesi di adeguamento e messo in difficoltà produttori e consumatori.

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 21 Novembre 2019 at 18:22

      Buonasera Yvonne, quel che dice è vero solo in parte. Ha ragione quando dice che la data da cui dovevano partire i famosi 120 giorni era il 1° Luglio 2019, ma dal punto di vista normativo si potevano trasferire quei 120 giorni alla data del 7 Novembre 2019. Si sarebbero potuti evitare molti dei problemi ai quali tutti abbiamo assistito. Tant’è che la richiesta è di far slittare le sanzioni proprio a Marzo 2020. Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  8. Buongiorno,
    il dispositivo remmy dovrebbe essere a norma. L’utilizzatore non deve compiere nessuna operazione per attivarlo…se non la prima volta quando deve inserirlo nell’accendi sigaro. Dal vostro articolo invece sembra che l’unico a norma sia il bob CAm.
    Grazie

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 21 Novembre 2019 at 18:18

      Buonasera Valentina, infatti Remmy per quanto riguarda l’attivazione è a norma, deve ancora chiarirsi il dubbio sull’eventuale perdita di omologazione del seggiolino una volta messo il cuscinetto. Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  9. volevo sapere se ho un seggiolino in macchina per quella volta che trasporto mia nipote di 2 anni naturalmente con lei seduta debbo avere il dispositivo ma se la bambina non è presente rischio la multa per non avere il dispositivo?

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 18 Novembre 2019 at 22:57

      Buongiorno Claudio, assolutamente SOLO se la bambina è in auto.Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  10. Buongiorno, avrei due domande, innanzitutto non mi è chiaro se il dispositivo deve anche mandare messaggi, ad un’altra persona che giustamente chiedeva delucidazioni in merito [i punti e) e g)] ha risposto di no, ma praticamente tutti i dispositivi hanno questa funzione. Inoltre, da quanto ho capito nessuno dei dispositivi si avvia automaticamente, però la Chicco dichiara il proprio dispositivo conforme al decreto. E in un’interpretazione ampia potrebbe essere vero, in fondo il seggiolino non ha cinture “autochiudenti” e quando ci metti il bambino devi ricordarti di allacciarle.
    Secondo, noi abbiamo 4 seggiolini, tutti di marche diverse in quanto ognuno si è comprato il seggiolino per conto proprio, noi cercavamo un dispositivo che si potesse “passare” da un’auto all’altra, visto che in realtà al nido portiamo la bambina a piedi, e solo i nonni ogni tanto la portano in auto, e sicuro non se la dimenticano. Il problema però sorge con il rischio che il seggiolino non sia più omologato, in questo caso questo vale solo per quelle case produttrici che hanno chiaramente scritto che per i propri seggiolini sono validi solo i propri dispositivi? Perchè i seggiolini che abbiamo sono di marche che al momento non hanno scritto nulla al riguardo (per intenderci due dei 4 sono della stessa marca, Giordani, ma due modelli differenti). In questo caso mettere un tappetino-sensore sotto la seduta non altera l’omologazione del seggiolino?
    Infine una considerazione, credo che sarebbe stato meglio che varassero una legge con la quale si obbligavano nidi e asili a chiamare i genitori nel caso in cui, entro una certa ora, il bambino non fosse arrivato e non ci fosse stata nessuna comunicazione dell’assenza da parte della famiglia. Lo dico in quanto il mio nido già lo fa, un paio di mattine mi ero dimenticata di avvertire che saremmo arrivate più tardi e alle 9 (con entrata alle 8.30) mi scrivevano per chiedermi se mia figlia sarebbe andata al nido. Visto che so che alle superiori 5 minuti dopo l’inizio della scuola i genitori già sanno se il figlio è assente avendo il registro elettronico sarebbe bastato studiare una norma simile per nidi e asili. Anche considerato che gli incidenti sono sempre avvenuti nel caso di genitori che andavano a lavorare. E magari investire i soldi destinati al contributo di ben 30€ per l’acquisto del dispositivi a campagne di sensibilizzazione: se hai il badge o la borsa mettili nel sedile posteriore, così nel prenderli ti accorgi che c’è ancora un passeggero. O meglio ancora il cellulare, tanto non lo si può usare alla guida e solitamente appena si scende è la prima cosa che si controlla.

    • Buongiorno volevo sapere io ho 3 bambini sotto i 4 anni devo avere 3 dispositivi o basta uno in macchina?

      • Reply
        MigliorSeggiolinoAuto 1 Marzo 2020 at 11:11

        Buongiorno Andrea, deve avere un dispositivo per ogni bambino sotto i 4 anni.Andrea MigliorSeggiolinoAuto.it

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 12 Novembre 2019 at 18:02

      Buonasera Serena, andiamo con ordine:

      1)Tutti o quasi i dispositivi hanno la possibilità di inviare gli SMS per il semplice fatto che sono stati pensati perché nella prima bozza del decreto legge era un requisito obbligatorio e anche perché essendo quasi tutti collegati obbligatoriamente allo smartphone, qualche funzione la dovranno pur avere. Se toglie anche quella funzionalità cosa gli resta?

      2)Tutti dichiarano i propri dispositivi a norma, questo non significa che sarà così nel momento in cui verranno effettuati i controlli, qualche giorno fa abbiamo scritto un articolo proprio in merito a questo.

      3)Ancora non ci sono risposte in merito, in realtà tutte le case produttrici potrebbero dire :”no il seggiolino non era come è stato omologato”, anche quelle che non hanno prodotto nessun dispositivo vedi Cybex. Si apre una questione normativa che l’unico che può chiarire è il legislatore, vedremo se da qui a Marzo ci saranno delle risposte.

      4)Si ha ragione si poteva fare in molti modi, anche attaccare un biglietto sul volante con scritto “Ricordati il bambino” , ma si è scelta questa strada. Anche i soldi per il contributo di 30€ potevano andare come sgravo fiscale , riduzione del 10% dell’IVA per esempio, sui seggiolini in generale. Ne io ne lei siamo al governo perciò per quanto valide possano essere le nostre proposte resteranno qui.

      Spero di aver risposto a tutte le sue domande, nel caso contrari sa dove trovarmi.Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • Tra l’altro sta passando quasi sotto silenzio il fatto che molti di questi “dispositivi universali” non funzionano, si pieghino, lo facciano male e, cosa ancora più incredibile, alcune App vi fanno pagare i pacchetti di SMS per le segnalazioni.
        Praticamente alcune case produttrici hanno deciso di abbassare fortemente il prezzo al loro prodotto guadagnandoci poi sugli aspetti connessi: una strategia commerciale vera e propria in un contesto nel quale sarebbe auspicabile una chiarezza di fondo. La domanda sorge spontanea? Se ho finito il pacchetto di messaggi disponibili nella App, partono le segnalazioni? E’ una mia curiosità e spero il bravo redattore del sito indaghi sulla questione. Grazie

        • MigliorSeggiolinoAuto 19 Novembre 2019 at 18:42

          Buongiorno Pietro, la scelta di Chicco di vendere i pacchetti di “allarmi” dal punto di vista commerciale che è davvero discutibile, ma dal punto di vista della sicurezza (da parte di un dispositivo che ne la dovrebbe aumentare) è davvero folle. No se gli allarmi compresi sono finiti il dispositivo non invia più la segnalazione tramite SMS. Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  11. Solo per segnalare al bravo e competente direttore di questo sito che fa dell’informazione la prima vera arma di comunicazione di massa, ecco la comunicazione istituzionale che dovrebbe (il condizionale è sempre d’obbligo) concludersi in una proroga per marzo in seno all’obbligatorietà dei dispositivi anti abbandono.

    Credo che questo possa essere un’opportunità per l’Italia tutta di dimostrare la propria civiltà ed il senso civico nonché la tutela dei nostri figli, non obbligandosi a comprare un dispositivo perché lo dicono i nostri governanti, ma cercare qualcosa che sia realmente utile e soprattutto utilizzabile, utilizzandola ai fini previsti. Molti non usano nemmeno il seggiolino e questo danneggia la salute pubblica e la collettività. Ben vengano le informazioni complete e la possibilità di scegliere come si legge in questo sito che non fa della promozione commerciale l’unica ragione di esistere.

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 9 Novembre 2019 at 08:59

      Buongiorno Pietro, la ringrazio perla segnalazione e per i complimenti. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  12. Io ho letto la legge ma non è chiara una cosa. Avendo due bimbi sotto i 4 anni se si portano nella stessa auto teoricamente basterebbe un solo dispositivo, che se scatta l’allarme serve per ambedue i bambini, giusto? Oppure uno è obbligato comunque ad acquistarne due in questi casi anche se inutilmente?

    • Buongiorno. Io vivo in Olanda e vengo in Italia con figlio e marito Olandese solo per le vacanze. Devo avere questo dispositivo sulla macchina con targa olandese?

      • Reply
        MigliorSeggiolinoAuto 10 Novembre 2019 at 09:44

        Buongiorno Claudia, i veicoli stranieri devono rispettare le norme della strada quanto quelli locali. Per il momento non ci sono deroghe nel testo di legge.Grazie per averci contattato, Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 9 Novembre 2019 at 13:21

      Buongiorno Danilo, i dispositivi vanno applicati a tutti i bambini sotto i 4 anni, indi per cui 2 bambini 2 sensori. Effettivamente è un po’ difficile prenderne uno e lasciare l’altro, ma può succedere.

      Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • Buonasera, ho spulciato un po’ su internet ma non ho trovato risposta. Io ho 2 bimbe sotto i 4 anni e quindi immagino dovrò comprare 2 dispositivi, ma come funzionano? La stessa app riesce a gestire due dispositivi? E quelli invece che si attaccano all accendi sigari? Chi non ha la macchina con doppio accendi sigari come fa? Grazie mille per l attenzione

        • MigliorSeggiolinoAuto 27 Novembre 2019 at 21:57

          Buonasera Giorgia, è esatto per ogni bambino sotto i 4 anni deve esserci un dispositivo anti abbandono.Nel caso dei dispositivi anti abbandono collegabili agli smartphone, quest’ultimo può gestirne più di uno , solitamente 3-4 o 5 al massimo. Per quanto riguarda invece quelli da inserire nella presa accendisigari, esistono delle versioni doppie o triple del dispositivo (es. Remmy) oppure degli sdoppiatori per la presa.Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  13. Buongiorno,
    io ho una bimba che compie 4 anni il 13 maggio 2020, devo comprare il dispositivo o no?
    le sanzioni verranno applicate da marzo 2020?
    grazie
    sara

    • Salve quindi la cybex per gli altri modelli non farà nessun tipo di dispositivo.?? .. Tutte le persone che hanno i loro seggiolini compresa me cosa devono fare??! Mettendo un altro tipo di dispositivo perdono l omologazione la cybex lo sa benissimo e se ne frega di tutti i loro clienti

      • Reply
        MigliorSeggiolinoAuto 10 Novembre 2019 at 09:21

        Buongiorno Valeria, esatto per il momento alcuni marchi come Cybex hanno deciso di ignorare completamente l’argomento. Vista la situazione che si sta creando , credo che interverrà il legislatore per chiarire alcune cose, non resta che attendere.Grazie per averci contattato, Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 8 Novembre 2019 at 10:10

      Buongiorno Sara , si deve prenderlo. In queste ore al governo stanno discutendo di rimandare le sanzioni al prossimo anno, ma ancora non c’è nulla di ufficiale.Grazie per averci contattato.Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  14. Buona sera chiedevo se al fianco del bambino vie seduto un adulto per portare il bambino all’asilo serve anche il dispositivo anti abbandono. Grazie

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 7 Novembre 2019 at 21:44

      Buonasera Peppone, direi di si , la legge non fa nessuna distinzione di questo tipo.Grazie per averci contattato.Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  15. Buongiorno, siccome la legge è per i bambini al di sotto dei 4 anni, si intende 4 anni compiuti o anno di nascita?
    Grazie.

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 7 Novembre 2019 at 17:13

      Buonasera Sonia, nel momento in cui compie 4 anni non è più necessario.Grazie di averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  16. Scusate ma vi dimenticate di dire una cosa sul sensorsafe di cybex molto ma molto importante: Non si attiva in modo automatico quando allacci il bambino bensì devi aprire l’applicazione manualmente. Questo fa si che il sensorsafe di Cybex, al momento, non abbia i requisiti tecnici richiesti dal DM. Io sono proprietario di n. 2 seggiolini Cybex con sensorsafe e da mesi cerco di avere un feedback dall’azienda produttrice che ad ora non mi ha fornito alcuna risposta. Ho sollecitato anche poc’anzi.

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 7 Novembre 2019 at 17:14

      Buonasera Alessandro, ha ragione esattamente come la clip di Chicco.Grazie di averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • E’ sicuro di quanto afferma in merito alla clip della Chicco? Sul loro sito si trovano ben due dichiarazioni di conformità al DM.

        • MigliorSeggiolinoAuto 9 Novembre 2019 at 09:42

          Buongiorno Daniel, ho visto l’aggiornamento da parte di Chicco, perciò anche Easy Tech è omologato, ne faremo una recensione a breve.Grazie per averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • sucate però chicco rilascia la certificazione di conformità per la clip…perchè non dovrebbe essere conforme? inoltre la clip va chiusa manualmente quando metto il bambino nel seggiolino ma questo poi attiva automaticamente il sistema di rilevamento e la app…non consideralo conforme sarebbe follia. Allora nessun seggiolino al mondo è sicuro perchè devo allacciare manualmente le cinture

      • Altra domanda… Ho letto sul regolamento che occorre la dichiarazione di conformità del dispositivo… Chiederò dove ho comprato il Sirona S con sensore safe, ma cybex fornirà tali dichiarazioni? Altrimenti anche questi non sono a norma…

        • Non sono già a norma perchè, come ho scritto, il sensorsafe non si attiva automaticamente.

        • MigliorSeggiolinoAuto 7 Novembre 2019 at 21:41

          Buonasera Martina, al momento non c’è la dichiarazione di conformità.Grazie per averci contattato.Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  17. Buongiorno in questa scelta tutta italiana di emanare una disposizione senza prima obbligare i produttori ad adeguarsi e magari anche ad accettare che anche anche quelli non venduti sotto il loro marchio, ma rispondenti all’omologazione di legge possano andare anche sui loro prodotti senza inficiare garanzie e/o sottrarsi da responsabilità eventuali, vorrei capire se si è esaminato anche il caso dei trio ossia chi magari spendendo anche 6-700 euro ha preso il set navicella/ovetto/passeggino…i bambini si scordano anche nella navicella e un cuscino per un bambino di 3-4 mesi non antisoffoco non lo metti dentro la navicella e se lo metti sotto il materassino con il bimbo sdraiato e non seduto funziona???Le chiusure delle navicelle e/o ovetto a volte sono diverse da quelle classiche da seggiolino classe 2-3…Cosa fare in quei casi, butti tutto dopo 2 mesi dall’acquisto? cosa fanno se ti fermano i poliziotti??Grazie mille e spero escano chiarimenti

  18. Buonasera, nel documentarmi sui sensori anti-abbandono, ho letto che installare uno di questi dispositivi del tipo “cuscino” (sensore di pressione, altro…) farebbe perdere l’omologazione di sicurezza al seggiolino stesso; in caso di incidente, la casa produttrice del seggiolino non risponderebbe in quanto sarebbe stata modificata la sua forma originale. Vi risulta?
    Sono alla ricerca di un dispositivo che mi permetta di non “buttare” 2 Cybex (Pallas M-Fix e Pallas S-Fix) che visto il peso del mio bimbo dovrei usare ancora per un po’ con il cuscino di sicurezza (gruppo 1, 9-18 kg).
    Grazie
    Giovanni

    • Buongiorno,
      Anch’io quest’estate ho comprato, prima della nascita di mia figlia, un Sirona S con sensore safe. Volevo sapere se viene considerato conforme alla legge o se ancora la Cybex non ha fornito attestati di tale conformità.
      Grazie anticipatamente

      • Reply
        MigliorSeggiolinoAuto 9 Novembre 2019 at 13:51

        Buongiorno Maria Celeste, ancora non c’è il certificato di conformità di Sensor Safe.Grazie per averci contattato, Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

    • Reply
      Mariavittoria Clerici 7 Novembre 2019 at 10:48

      Buongiorno,
      La mia auto ha un sistema di sicurezza per il quale se viene chiusa dall’ esterno ma all’ interno vi è un essere umano comincia ad emettere un suono ripetuto e costante sino alla riapertura dell’ auto.
      La casa produttrice dichiara che questo sistema di sicurezza sostituisce i dispositivi richiesti dalla normativa.
      Potete confermare ?
      Grazie mille

      • Reply
        MigliorSeggiolinoAuto 7 Novembre 2019 at 17:22

        Buonasera Mariavittoria, ne dubito che sia valido, richieda alla casa automobilistica la certificazione.Grazie di averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 6 Novembre 2019 at 22:59

      Buonasera Giovanni, si è documentato bene e risulta anche a me(a breve faremo un articolo relativo proprio a questo argomento).Sto facendo il giro delle case produttrici per cercare di chiarire questo aspetto, ma i pareri sono discordanti , di fatto Foppapedretti Babyguard(aspettiamo il dispositivo per fare la recensione), Bébé Confort con e-Safety , Peg Perego MemoPad ed altri stanno lanciando dispositivi anti abbandono omologati solo sui loro seggiolini. Per quanto riguarda Cybex le consiglio di leggere gli ultimi commenti.Grazie per averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • ciao, non ho trovato i commenti ai quali ti riferisci per i Cybex, metteresti un link , grazie e ciao

        • MigliorSeggiolinoAuto 7 Novembre 2019 at 17:30

          Buonasera Walter, in buona sostanza Cybex non da indicazioni su quali dispositivi utilizzare sui loro seggiolini lasciando i clienti in balia di se stessi.Grazie di averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  19. Salve, ho chiesto un po’ in giro e devo dire con sommo rammarico che il nostro Paese rischia di perdere per l’ennesima volta l’occasione di fare qualcosa di buono. Tra la sicurezza ed il tema della Salute Pubblica mi pare si sia scelto di prediligere il lato commerciale obbligando le persone a comprare qualcosa senza sapere se si tratti di un giocattolo ovvero altro.
    Domani 7 novembre 2019 le forze dell’ordine in alcuni paesi d’Italia potrebbero fermare gli ignari automobilisti e comminargli una bella e salata multa per non aver un dispositivo anti-abbandono.
    (spero si possa allegare, comunque consiglio il webmaster di scaricarlo e renderlo disponibile ai suoi lettori)
    Quale tra i tanti? Non si sa, i poliziotti si ergeranno a giudici e dovranno constatare, perché non lo ha fatto un organismo super partes, la bontà del dispositivo. Probabilmente assisteremo all’ennesimo teatrino.
    Peccato, si è persa davvero l’occasione di essere per la prima volta al mondo all’avanguardia ed aprire la strada al futuro.

    • Buonasera, per chi ha la residenza all’estero? Ad esempio con targa svizzera e viene in Italia in vacanza o a fare spesa vale anche? Grazie per il chiarimento.

      • Reply
        MigliorSeggiolinoAuto 7 Novembre 2019 at 21:45

        Buonasera Joel, se è RESIDENTE all’estero l’obbligo non c’è.Grazie per averci contattato.Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

        • Buongiorno. Sono anch’io residente all’estero e consultando il testo della legge mi pare di capire che se il conducente è residente all’estero, l’obbligo non sussiste. Riporto di seguito l’estratto in questione.

          LEGGE 1 ottobre 2018, n. 117
          «1-bis. Il conducente dei veicoli delle categorie M1, N1, N2 e
          N3 immatricolati in Italia, o immatricolati all’estero e condotti da
          residenti in Italia, quando trasporta un bambino di eta’ inferiore a
          quattro anni assicurato al sedile con il sistema di ritenuta di cui
          al comma 1, ha l’obbligo di utilizzare apposito dispositivo di
          allarme volto a prevenire l’abbandono del bambino, rispondente alle
          specifiche tecnico-costruttive e funzionali stabilite con decreto del
          Ministero delle infrastrutture e dei trasporti»;

    • Buonasera.
      Io dovrò montare due dispositivi contemporanea sulla stessa vettura.
      Quale prodotto suggerite?
      Grazie.

      • Reply
        MigliorSeggiolinoAuto 7 Novembre 2019 at 21:46

        Buonasera Claudia, tutti i tappetini supportano più dispositivi con lo stesso telefono, altrimenti Remmy ha la versione doppia (1 centralina 2 sensori).Grazie per averci contattato.Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 6 Novembre 2019 at 21:31

      La ringrazio Alberto per la segnalazione , ho provveduto ad aggiornare l’articolo. Concordo in toto con quanto a scritto.Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • Rileggendo la gazzetta ufficiale ho notato i seguenti punti nell’allegato A:

        Caratteristiche tecnico-costruttive e funzionali essenziali
        1. Caratteristiche funzionali essenziali

        e) il dispositivo antiabbandono deve essere in grado di attivare il sistema di comunicazione indicato alla lettera g);

        g) i dispositivi antiabbandono possono essere dotati di un sistema di comunicazione automatico per l’invio, per mezzo delle reti di comunicazione mobile senza fili, di messaggi o chiamate.

        I punti e) e g) li trovo parzialmente discordanti. Nel senso che <> (e si parla di dispositivo generico, non un dispositivo specifico o una determinata categoria di prodotti)
        Tuttavia il punto g) indica che <>

        Da quanto avevo capito, la necessità di un sistema di comunicazione (Wifi, Cellulare, BT ecc) non risultava esser indispensabile. Dal mio punto di vista il punto g) prevale sul punto e) in quanto, se un dispositivo PUO’ esser dotato di sistema di comunicazione, NON DEVE esser necessariamente in grado di attivare tale sistema se non munito.
        Faccio l’esempio del Remmy, uno de pochi sistemi OFFLINE che non dispone di chiamate di emergenza ma apparentemente risulta omologato.

        Interpreto correttamente, per quanto la stesura del testo risulti poco chiara?

        Grazie ancora per il supporto.

        • MigliorSeggiolinoAuto 7 Novembre 2019 at 17:00

          Buonasera Daniele, la sua interpretazione è giusta, la prima bozza della legge prevedeva come obbligatoria anche la segnalazione agli sms ,ma la legge definitiva ha tolto questo obbligo. Perciò dispositivi come Remmy e Baby Bell rientrano nella norma, e a nostro avviso sono migliori dei sistemi che utilizzano solo lo smartphone.Grazie di averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • Anche io ho un Sirona S nuovo ma senza dispositivo anti abbandono. Ho chiesto alla casa cybex vediamo se insistendo lo vendono anche senza. Ne ho un altro con dispositivo farò cambio con quello… Io non capisco… Ma se dovesse rompersi il dispositivo per qualsiasi motivo… Cosa faccio butto tutto il seggiolino??? ?

        • MigliorSeggiolinoAuto 7 Novembre 2019 at 17:16

          Buonasera Martina, immagino che entro la garanzia le sostituirebbero il SensorSafe, deve chiederlo a Cybex.Grazie di averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  20. Buongiorno
    Siete sicuri che l’obbligo scatterà da marzo 2020?
    Perchè leggendo altre fonti (corriere.it ad esempio) e lo stesso articolo della Gazzetta Ufficiale parla decorrenza dei 120gg dal 01/07/2019.

    “3. Le disposizioni di cui al comma 1 si applicano decorsi
    centoventi giorni dalla data di entrata in vigore del decreto di cui
    al comma 2 e comunque a decorrere dal 1° luglio 2019. “

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 6 Novembre 2019 at 18:27

      Buongiorno Giovanni, ormai siamo nel campo delle opinioni e delle interpretazioni.Lo stato dovrebbe farsi vivo e dire qualcosa in merito, ma per ora c’è silenzio stampa. I fatti sono 2:

      1)Se fosse realmente attiva da domani servirebbero 2 MILIONI di dispositivi anti abbandono, attualmente il mercato non compre nemmeno il 10% del fabbisogno

      2)Ci sono ancora molte cose in sospeso come l’effettiva validità dei dispositivi universali, anche qui dovrebbe pronunciarsi chi legifera.

      3)Per il momento non acquisterei nulla , salvo fatto come tutela personale dagli episodi di amnesia dissociativa

      In questo caso non posso dare risposte più precise perché ci sono lacune legislative che devono essere colmate. Grazie per averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  21. Buongiorno, ad oggi, quali sono i dispositivi anti abbandono che rispettano a pieno la normativa?
    Nelle recensioni ho notato che nei pro è presente il rispetto della normativa solo del Kip.

    Grazie

    • Buona sera ho letto la circolare ministeriale, mi è poco chiaro l’art. 6 “vigilanza del mercato” la direzione generale per la motorizzazione vigilerà sulla commercializzazione dei dispositivi dal 16 luglio 2021??? E da oggi fino a quella data chi si arricchisce?

      • Reply
        MigliorSeggiolinoAuto 8 Novembre 2019 at 10:19

        Buongiorno Anna Lisa, l’ho letto anche io , sto cercando di avere più informazioni anche su questo punto.Grazie per averci contattato.Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 31 Ottobre 2019 at 09:38

      Buongiorno Alessandro, tutti i dispositivi attualmente in commercio rispettano la normativa, tranne Chicco Bebecare Easy-Tech. Lo trova nei pro di quella recensione perché nel momento in cui è stata redatta era l’unico che rispettasse la bozza. A breve faremo comunque una classifica dei dispositivi anti abbandono.Grazie per averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  22. Reply
    Alessandro Massimo 30 Ottobre 2019 at 10:21

    La Cybex, da me interpellata il 29 Ottobre 2019 per valutare l’acquisto di un seggiolino “Pallas S Fix” e che rispetti la nuova normativa in merito ai dispositivi anti abbandono che entrerà ufficialmente in vigore da Marzo 2020 (quindi tra “soli” 5 mesi), mi risponde, per iscritto, in questi termini:

    grazie per averci contattati. Il dispositivo SensorSafe al momento è già disponibile soltanto preinstallato su seggiolini omologati i-Size e dotati di sistema cinturine a 5 punti, per questi prodotti è necessario specificare al momento dell’acquisto se si desidera avere il sensore integrato in quanto possono essere comprati anche senza sensorsafe. Per tipologie differenti di seggiolini o per seggiolini già acquistati consigliamo di rivolgersi al rivenditore di fiducia il quale potrà darle ulteriori informazioni e aiutarti a scegliere la soluzione più adatta alle tue esigenze. Per il momento non sono previsti dispositivi SensorSafe per seggiolini CYBEX non omologati i-Size o con cuscino di protezione. Inoltre il dispositivo Sensorsafe non è vendibile a parte. Ulteriori informazioni ed eventuali novità verranno pubblicate sui nostri canali social e web. Buona giornata,

    In buona sostanza il dispositivo “sensor safe” (rispetta a pieno la nuova normativa??) è montato solo (su richiesta esplicita) sui modelli i-Size. Per tutti gli altri, già acquistati o da acquistare, ad oggi, detto molto terra terra, ci si attacca. Quindi col piffero che acquisto un seggiolino nuovo oggi e che tra 5 mesi è fuori norma senza neanche la possibilità di adattare un dispositivo in aggiunta visto che dicono chiaramente eventuale dispositivo sensor safe non sarà vendibile separatamente.

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 5 Novembre 2019 at 12:05

      Buongiorno Alessandro, ho pubblicato il risultato del colloquio con Cybex nell’articolo come aggiornamento. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • BUONGIORNO
        HO ANCHE IO UN SEGGIOLINO NUOVO DI CYBEX E STO IMPAZZENDO PER CAPIRE QUALE DISPOSITIVO DEVO COMPRARE! VI CHIEDO CORTESEMENTE SE POTETE , APPENA SARA’ CHIARO PERCHE’ DAVVERO MI SEMBRA DI CAMMINARE NELLE SABBIE MOBILI, DI INDICARCI QUALI DISPOSITIVI POTREBBERO ANDAR BENE PER UN SEGGIOLINO COSI’ PARTICOLARE. LA CYBEX SI STA COMPORTANDO IN MANIERA VERGOGNOSA, CONSIDERATO IL COSTO ELEVATISSIMO DEI LORO SEGGIOLINI (PER CARITA’, SONO ANCHE I MIGLIORI) NON POSSONO LAVARSENE LE MANI, DEVE PER FORZA ESSERCI QUALCHE DISPOSITIVO CHE SI ADATTI, GRAZIE 1000

        • MigliorSeggiolinoAuto 7 Novembre 2019 at 17:34

          Buonasera Isabella, la nostra mission è quella di condividere più informazioni possibili con i nostri utenti. Per questo motivo contattiamo tutte le ditte costruttrici per farci dare informazioni precise e adeguate. Continui a seguire il nostro sito o si iscriva alla newsletter così da riceve informazioni sempre aggiornate.Grazie di averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • Ho ricevuto la stessa identica risposta da Cybex, anche io ho il Pallas S-Fix e non so come muovermi. Pessimo servizio clienti e strategie marketing incomprensibili.

        • MigliorSeggiolinoAuto 6 Novembre 2019 at 18:33

          Buonasera Lilia, sono rimasto davvero basito delle risposte datemi e non è di certo la prima azienda del settore con cui parlo. Pensi un po’ che quando ho chiesto risposte per i miei utenti, mi è stato detto che mi avrebbero fornito la mail standard, cosa che mi rifiuto di fare. Davvero bocciati!
          Per quanto riguarda il dispositivo anti abbandono le consiglio di aspettare e di non acquistare nulla finché la situazione non si sia ben delineata.

          Grazie per averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 30 Ottobre 2019 at 17:43

      Buonasera Alessandro, le sue perplessità sono anche le nostre e il comportamento di Cybex è abbastanza strano. Domani comunque ho appuntamento con loro, aggiornerò il commento con risposte certe.Nel frattempo grazie di averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • Penso la Cybex sia altrettanto perplessa nel dover costruire seggiolini a norma solo per il mercato italiano. Vista le necessità e allo stesso tempo L’incredulità dei genitori nel dover trovare un seggiolino/sensore adatto in brevissimo tempo, non vale la pena per loro far lavoro per niente…
        innanzitutto perché i prodotti devono essere omologati ecc, Vista la costrizione tanti utenti punteranno al prodotto più economico, meno efficiente (lo saranno davvero?) e simbolico giusto per evitare la sanzione. Nel momento in cui la Cybex avrà pronto un prodotto finito , l’obbligo sarà ormai storia , la corsa all’armamento sarà finita e i guadagni saranno minimi. Sono d’accordo con loro. Ho 4 pallas S-Fix su due auto e non so come farò , ma sono d’accordo con i tedeschi.

        • Chiaro, a livello comunicativo si poteva far meglio!! Ma Chi compra Cybex , compra la qualità del seggiolino, la sicurezza ecc, non un sensore, ahimè. (Parere personale.) La creazione di sensori ad hoc per i pallas, sopratutto, sprovvisti di cinturine proprie, prevedeva (dal mio punto di vista) il solo utilizzo di un cuscino. Ma come avevo già fatto notare, la manomissione del seggiolino dalla sua forma Originale omologata , né contunderebbe a garantire la medesima sicurezza?
          Dobbiamo affidarci a dei brevetti e a delle startup che, prive di una reale omologazione , non hanno prima di tutto la capacità produttiva necessaria a far fronte alla richiesta .

        • MigliorSeggiolinoAuto 6 Novembre 2019 at 22:04

          Certo certo i seggiolini Cybex sono degli ottimi prodotti , nulla da dire in merito. Tecnicamente mettere sul seggiolino qualcosa con cui non è stato omologato ne può compromettere la sicurezza. I test di alcuni dicono di no, ma la legge R44 e R129 sono chiare a riguardo, tant’è che Foppapedretti, Bébé Confort e altre grossi marchi stanno omologando il LORO dispositivo, testandolo con tutti i LORO seggiolini.Alcuni brevetti in questo caso sarebbero stati una cosa buona, visto i cuscinetti sfornati un po’ da tutti, sulla capacità produttiva è un altro discorso e sono d’accordo. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

        • MigliorSeggiolinoAuto 6 Novembre 2019 at 21:37

          Buonasera Daniele, ricordo che il gruppo Goodbaby International che possiede il marchio Cybex non è esattamente il negozietto sotto casa.Non si tratta comunque di avere ragione o meno, non entro in merito alle scelte aziendali ed industriali del gruppo, ma a quelle comunicative. Non puoi dire ai tuoi clienti “arrangiatevi”. Se vuoi stare sul mercato italiano devi anche adattarti alle leggi che ci sono, giuste o meno.Grazie per averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  23. Incomprensibile la scelta di cybex di non vendere il suo dispositivo nemmeno a chi ha già un suo seggiolino o ovetto, considerando che quello che costano sarebbe giusto avere la possibilità di accedere alla stessa configurazione disponibile per i “nuovi clienti”

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 5 Novembre 2019 at 12:05

      Buongiorno Bruno, ho pubblicato il risultato del colloquio con Cybex nell’articolo come aggiornamento. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  24. Buongiorno
    Ho appena acquistato un Seggiolino Cybec Silver Pallas Fix e non riesco a capire quale sensore anti abbandono montarci, dato che ho visto che lo stesso Cybex Sensorsafe è stato creato per le cinture del seggiolino e quello che ho menzionato io ha il cuscinone. Come è possibile che l’azienda, che di questo sistema ne ha fatto un cavallo di battaglia, produca sensori per seggiolini con cinture di sicurezza? Vi ringrazio se potete indicarmi la giusta via, perché al momento sono un po’ confuso.
    Grazie
    Saluti

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 26 Ottobre 2019 at 14:58

      Buongiorno Salvatore, le sue perplessità sono perfettamente lecite. Non ho ancora una risposta definitiva da darle, attualmente sto infatti aspettando una risposta da Cybex proprio sull’argomento. Appena so qualcosa la aggiorno.Grazie per averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • Devo scegliere i seggiolini auto per i miei gemelli di 1 anno, volevo acquistare cybex s Pallas ma non so che dispositivo antiabbandono abbinare. Cybex mi risponde che solo i loro prodotti “tradizionali” sono dotati di tale dispositivo . Quindi il prodotto più innovativo e sicuro di cybex , è fuorilegge perché non prevede un dispositivo antiabbandono integrato. Se nessuno mi chiarirà la questione sarò costretto ahimè a dirottare la scelta su un seggiolino a cinghie ….

        • MigliorSeggiolinoAuto 5 Novembre 2019 at 12:05

          Buongiorno Mario, ho pubblicato il risultato del colloquio con Cybex nell’articolo come aggiornamento. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

        • MigliorSeggiolinoAuto 30 Ottobre 2019 at 17:30

          Buonasera Mario,anche a me sembra abbastanza folle come scelta commerciale.Comunque domani ho appuntamento con Cybex le farò sapere di più.Grazie per averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  25. Buongiorno, chiedevo come si possono collegare 2 seggiolini al baby Bell.

    • Quindi se ho un seggiolino cybex con sensor safe integrato sono a norma o no?

      • Reply
        MigliorSeggiolinoAuto 29 Ottobre 2019 at 16:06

        Buonasera Elisa, la legge è stata talmente vaga che sono tutti a norma compreso Sensor Safe..Grazie per averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 18 Ottobre 2019 at 16:37

      Buonasera Valeria, al momento Baby Bell non prevede il supporto di 2 seggiolini con un unica “centralina” per cui ne dovrebbe acquistare 2.Grazie per averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  26. Ciao . Mi permetto di far una domanda forse sciocca, per avere qualche parere, ma anche per condividere ed esporre nuove problematiche .. abbiamo un seggiolino Cybex (anzi 4…) Pallas S-Fix con cuscini di sicurezza che funzionano con isofix e cinture di sicurezza dell’auto, posizionati inevitabilmente sui sedili posteriori. Un Investimento fatto un anno fa nell’ottica sicurezza, confort, utilizzo duraturo.
    trattandosi di gemelli entrambi avranno bisogno per almeno 2 anni del sensore. Soldi a parte che saranno 4×50 eur di media circa 200 euro , ora voglio che mi spieghino come, cosa e quale usare.
    Abbiamo 2 auto, 4 seggiolini e 3 piloti (mamma papà nonna). Uno porta , uno prende , uno scende , entrambi a bordo, uno su un’auto, l’altra sulla seconda, tutti sulla stessa, due smartphone assieme (con Bluetooth?), numeri di emergenza.
    1. Accendisigari ? Uno Solo, non fumo….
    2. Cuscini con sensore? La vedo dura, passano appena sotto il cuscino originale , devo forse incastrarli ?? Inoltre, chi mi garantisce le stesse prestazioni in sicurezza o lesioni in caso di frenate ecc se modifico la struttura del seggiolino? Devo appoggiare ogni giorno i bimbi per almeno un’ora sul Bluetooth?
    3. Sensori per le cinturine del seggiolino ? Mi spiace , niente cinturine, funzionano con la cintura dell’auto,..
    privacy: quando “loro” rintracciano l’auto, chi mi garantisce che non stiano monitorando i miei spostamenti E della mia famiglia ?
    Non discuto la legge che non ė mio compito… mi chiedo di sciogliere il rompicapo sopra e di fornire strumenti adeguati, onesti e concreti per non incorrere in sanzioni. Che possa essere utile spero non lo scopriremo mai però pretendo strumenti adeguati e compatibili con tutto.
    Chiudo con una domanda specifica, sapete se Cybex produrrà qualche sensore per questo modello?
    Grazie. Ciao

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 17 Ottobre 2019 at 22:20

      Buonasera Daniele, allora tutte i suoi dubbi sono leciti, ma andiamo con ordine.

      1)L’accendisigari è la fonte di energia di più facile accesso in auto , Remmy ha la versione doppia, KIP ha la sua batteria o Bebé Reminder va collegamento direttamente all’auto.

      2)Quello dei dispositivi con i cuscini è in realtà è un grosso problema, in quanto i seggiolini sono omologati così come sono e aggiungere qualsiasi altro componente ne potrebbe alterare la sicurezza. Non a caso i produttori più grossi come Bébé Confort (e-Safety pubblicheremo una recensione dettagliata a breve), Chicco (Bebecare<), Cybex (Sensor Safe) ecc. omologheranno i dispositivi con i loro seggiolini. Il discorso onde elettromagnetiche è un altro punto critico, in linea teoria non dovrebbero creare problemi, ma un dispositivo wired ci toglie il pensiero. 3)Vedi punto precedente per il discorso modifica dell'assetto del seggiolino. Per il discorso privacy si scrivono ogni giorno libri interi, ma non credo che SE c'è un utilizzo dei dati della posizione GPS siano utilizzati per altro se non per scopi commerciali. In ogni caso se ha un smartphone in tasca questo avviene già. La soluzione a molti dei nodi da lei sollevati c'è o meglio ancora non è in commercio , ma mi auguro lo sarà presto e si chiama BoB Cam.

      Cybex non ci ha detto nulla riguardo ai sensori per i seggiolini con cuscinone, cercherò nei prossimi giorni di avere qualche notizia.

      Approfitto del suo commento per dire che prossimamente per le recensioni dei dispositivi anti-abbandono useremo una scala dei valori molto severa , oggettiva e replicabile. Così da fornire la miglior opinione possibile.

      Spero di aver risposto a tutte le sue domande, se così non fosse non esiti a scrivermi ancora.Grazie per averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • Grazie per le info. Al momento l’unica strada percorribile, e quella meno complessa, sembra essere il Remmy doppio, per il quale basterebbe un unico accendisigaro. Leggerò ulteriori aggiornamenti sul sito, non resta che aspettare e vedere cosa propone il mercato , ahimè … Grazie

        • MigliorSeggiolinoAuto 21 Ottobre 2019 at 15:24

          Buongiorno Daniele, al momento l’unica strada sembra quella, ma aspetti ad acquistare il dispositivo per capire come sarà la legge finale. Di niente, se le servono altre informazioni sa dove trovarmi.Grazie per averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  27. Buongiorno ho acquistato ieri un dispositivo Tippy,ma oggi mi è stato detto che non omologato in quanto
    non risponde alle normative ma l’unico realmente accettato è il baby Bell e vero o posso tenere il mio dispositivo?

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 17 Ottobre 2019 at 17:01

      Buonasera Alberto, le caratteristiche definite nell’ultima bozza del decreto legge , lo rendono omologabile o meglio rendono omologabile qualsiasi dispositivo anti abbandono. Infatti punto D si sono tenuti molto sul generico “nel caso in cui il dispositivo rilevi la necessità di dare un segnale di allarme,quest’ultimo deve essere in grado di attirare l’attenzione del conducente tempestivamente attraverso appositi segnali visivi e acustici o visivi e aptici, percepibili all’interno o all’esterno del veicolo;”

      Grazie per averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • Buongiorno
        Abbiamo deciso di ordinare 2 seggiolini Cybex Sirona S per i nostri gemelli di 7 mesi. Ho contattato la Cybex per sapere se sensor safe è a norma e mi hanno risposto di si. Ho però i miei dubbi al riguardo, inquanto funziona solo se collegato allo smartphone e se c’è collegamento internet… il testo di legge dice che deve attivarsi automomamente e funzionare senza ulteriori azioni da parte del conducente. Ma se devo avere il telefono acceso, il Bluetooth attivato, traffico internet disponibile etc…. mi semnra che di azioni ne devo compiere eccome per garantirne il corretto funzionamento.
        Leggo nei precedenti messaggi che avevate un incontro con la Cybex a fine ottobre cosa vi hanno detto. Ho urgenza di acquistare i seggiolini nuovi, perché l’ovetto sta diventando piccolo
        Grazie mille. Saluti

        • MigliorSeggiolinoAuto 3 Novembre 2019 at 09:06

          Buongiorno Xenia, ottima scelta lo Cybex Sirona S. Per quanto riguarda Sensor Safe rispetta la normativa in quanto alla fine si è optato per una legge molto approssimativa.Come giustamente notato anche da lei soffre degli stessi problemi che abbiamo evidenziato in tutti i dispositivi anti abbandono dipendenti dallo smartphone. Avevamo un appuntamento con Cybex per fine ottobre ma è stato rimandato a Martedì 5/11 per problemi organizzativi. Non mancherò di aggiornare lei e tutti i lettori su eventuali sviluppi.
          Grazie per averci contattato.Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  28. Salve, avendo letto della promulgazione di Legge, considerando i 15 giorni di tempo dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, gli italiani dovranno procurarsi il dispositivo durante i mesi invernali?
    Tra l’altro, a quanto ho capito, si è sanato più o meno tutto, quindi si tratta di una mera operazione commerciale oppure no?

    • Buongiorno,
      Noi abbiamo 2 bimbi, per cui 2 seggiolini in ciascuna auto da adeguare alla normativa. Sapete indicarci con quale tra i sistemi che avete testato risultano gestibili 2 seggiolini? Meglio un singolo sistema o usarne magari 2 simili tra loro di marche diverse? Grazie mille in anticipo!

      • Buongiorno , io ho il dispositivo Chicco a clic , ci sono opinioni divergenti in quanto mei negozi mi dicono che se giro con il certificato di omologazione non ho problemi , per altri invece non è valido perché non si accende automaticamente ma bensì manualmente . Mi fa specie sia in commercio se non a norma .. qualcuno sa darmi la risposta definitiva de devo fare reso o se va bene ? Perché mi sto scervellando e come le tante altre famiglie, grazie

      • Reply
        MigliorSeggiolinoAuto 8 Ottobre 2019 at 22:48

        Buonasera Valentina, direi che se possibile non acquisterei dispositivi diversi per la stessa auto. Il rischio è quello di avere più fili in giro, più APP nel telefono o ancora non abbastanza prese (accendisigari) in auto. Quasi tutti i dispositivi visti fin’ora supportano più seggiolini. Remmy ha la versione doppia (e in cantiere c’è anche quella da 3 o 4) Tippy permette di collegare 2 tappetini alla stessa APP e Bébé Confort E-safety supporta fino a 4 cuscini (nei prossimi giorni pubblicheremo una recensione dettagliata) .Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 7 Ottobre 2019 at 18:26

      Buonasera Pietro, è esatto si andrà probabilmente verso metà/fine Novembre inizio Dicembre. Non direi che si è sanato tutto, era la bozza iniziale ad essere troppo pretestuosa, come stabilito anche in sede Europea. Se invece si riferisce all’esistenza stessa della legge, l’operazione più che commerciale è stata politica.Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  29. Ci sono novita’ sulla normativa?

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 27 Settembre 2019 at 10:21

      Buongiorno Domenico, tutto tace dal consiglio di stato.In caso di news le pubblicheremo il prima possibile. Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • Io penso che un dispositivo anti-abbandono non debba essere vincolato ad essere associato con il bluetooth ad uno smartphone per 2 ragioni:

        1- Prendiamo come ipotesi il papà che assicura il figlio al seggiolino, la mamma si siede come passeggero, guida il papà e quindi associa il dispositivo al suo smartphone, ad un certo punto il papà arriva alla sua destinazione e scende dalla macchina quindi si mette alla guida la mamma che parte senza associare il dispositivo al suo smartphone. Cosa succede? Ovviamente in base al tipo di dispositivo ci saranno eventi diversi ma potrebbe verificarsi l’abbandono, anche solo temporaneo ma dovrebbe essere evitato.

        2- Cosa succede se quel giorno il conducente dimentica lo smartphone, lo perde, glielo rubano, si rompe, si scarica (oltretutto alcuni dispositivi occupano la presa accendisigari non permettendo di caricare lo smartphone), o l’applicazione si blocca improvvisamente…

        Che il dispositivo avvisi anche sullo smartphone che si sta dimenticando il bimbo in auto è assolutamente giusto ma che il dispositivo per funzionare debba obbligatoriamente essere collegato via bluetooth a uno smartphone lo trovo sbagliato.

        • Buonasera, prima di tutto vi ringrazio per la consulenza. Sbaglio o non menzionate il dispositivo della Chicco bebè easy tech, sinceramente non riesco a capire se è conforme o meno al D. M.
          Claudia

        • MigliorSeggiolinoAuto 9 Novembre 2019 at 09:31

          Buongiorno Claudia, di niente si figuri. Non lo abbiamo menzionato (contro il nostro interesse) in quanto non ci sembrava rispettare a pieno la normativa, ma a quanto pare ci siamo sbagliati in quanto anche Chicco ha rilasciato anche la certificazione per Bebé Easy Tech, a questo punto appena possibile fare una recensione. Grazie per averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

        • MigliorSeggiolinoAuto 6 Ottobre 2019 at 21:55

          Buonasera Manuel, grazie per l’attenta e precisa analisi,sulla quale concordiamo in larga parte.

          Al momento gli unici dispositivi wired sono Remmy e KIP

          A breve pubblicheremo delle nuove interviste e recensioni su dispositivi anti-abbandono completamente cablati ed indipendenti dallo smartphone. Resti sintonizzato.

          Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  30. Scusate ma come si fa a parlare e recensire prodotti che non esistono sul mercato quali Tata?

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 26 Settembre 2019 at 15:34

      Buongiorno Pietro, infatti dei prodotti non ancora sul mercato non abbiamo le recensioni, ma solo delle interviste con i progettisti. Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • Buongiorno,
        vi seguo ormai da mesi insieme a tutto l’iter della normativa. Una cosa però non mi è chiarissima: i dispositivi completamente dipendenti dallo Smartphone sono a norma oppure no? Grazie per le vostre preziose informazioni in questo labirinto sempre più intricato.

        • MigliorSeggiolinoAuto 10 Novembre 2019 at 09:26

          Buongiorno Paola, i dispositivi hanno la certificazione. Se volessimo essere pignoli e precisi dal punto di vista normativo, i dispositivi dipendenti solo dallo smartphone rientrano un po’ a spinta nei parametri della legge. Sono anche abbastanza sicuro, che arrivati a questo punto molto molto molto difficilmente qualcuno si sveglierà al governo per dire che non vanno bene. Grazie per averci contattato, Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  31. Buonasera, non ho visto recensito il dispositivo BebèCare easy‑tech di Chicco, che viene lanciato a un prezzo competitivo. È equiparabili agli altri stand alone bluetooth o c’é qualcosa a cui prestare particolare attenzione?

    • Buongiorno, alla luce del decreto ufficiale Tippy è a norma di legge?

      • Reply
        MigliorSeggiolinoAuto 31 Ottobre 2019 at 17:08

        Buonasera Silvia, si Tippy rispetta la norma. La nostra recensione è stata aggiornata oggi, la trova QUI.Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 26 Settembre 2019 at 11:00

      Buongiorno Andrea, ci siamo un attimo fermati con le recensioni in attesa delle definizioni di legge. Se BebèCare di Chicco sarà omologabile non esiteremo a recensirlo.Li abbiamo tutti in redazione, ma per non confondere i lettori abbiamo deciso di aspettare.Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  32. Quindi ad oggy il cybex sensor safe non sarebbe omologabile basandosi sul telefono? Dovendo comprare nuovo seggiolino auto il cybex sensor safe ha il rischio di non essere omologato giusto?

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 26 Settembre 2019 at 10:58

      Buongiorno Domenico, esatto potrebbe non essere omologato. In teoria oggi si dovrebbero avere notizie dal consiglio di stato perciò resti sintonizzato.Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  33. buongiorno
    ad oggi (23.09.19) com’è la situazione? Cosa bisogna fare per chi ha già un seggiolino? Conviene aspettare e vedere quale dispositivo acquistare? Non vorrei spendere 60/70 euro per un cuscinetto e doverlo buttare via perchè non omologato!

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 23 Settembre 2019 at 09:39

      Buongiorno Andrea, domanda più che lecita. Attualmente in data 23/09/2019 conviene aspettare ad acquistare qualsiasi dispositivo.Quasi certamente i dispositivi che non necessitano dello smartphone non avranno alcun problema, Remmy , Baby Bell e Bebè Reminder. Comunque fra qualche giorno dovremmo avere notizie certe da consiglio di stato.Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  34. Io non metterei mai a stretto contatto specialmente in un tragitto lungo una emittente radio sotto i genitali per colpa di qualche ritardato mentale che vive tra le nuvole

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 5 Giugno 2019 at 06:35

      Buongiorno Alex, sul fatto di tenere “lontano” dal bambino l’emettitore di onde radio mi trova parzialmente d’accordo. Se si tratta di onde ad “alta” energia come quelle dei dispositivi cellulari è sempre meglio allontanarli il più possibile, mentre per le onde emesse dai dispositivi Bluetooth a “bassa” energia si può stare più tranquilli.Vorrei anche aggiungere che attualmente la ricerca scientifica non ha dimostrato nessuna correlazione tra l’esposizione ai campi elettromagnetici e lo sviluppo di tumori.
      Se vuole approfondire l’argomento sul portale dell’AIRC trova molte informazioni in merito.

      Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • Buongiorno, sono un operatore radio e conoscendo il mondo delle onde radio non avvicinero mai neanche io un dispositivo radio al corpo di uno dei miei figli. Attenzione il fatto che sia Bluetooth non da garanzia che non faccia male alla salute.. Anzi…. Il problema non è solo la potenza, MA LA FREQUENZA. Bluetooth, cellulari , modem wifi et simili, sono tutti apparati che lavorano ben sopra i 2Ghz!!! A queste frequenza onda radio è fisicamente lunga nell ordine dei micron…. Quindi ha la capacita di riscaldare e disturbare i nuclei delle nostre cellule. Immaginiamo le consequenze.. Per quanto mi riguarda nessun studio approntato da non so chi, potra modificare i pericoli che le mie conoscenze mi portano a conoscere in merito le onde radio a frequenze cosi enormemente elevate.

        • MigliorSeggiolinoAuto 10 Novembre 2019 at 09:42

          Buongiorno Tony, grazie per aver condiviso la sua opinione.Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  35. Pagliacciata, devono essere obbligatori sulle nuove auto, fatto così non serve a niente

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 20 Maggio 2019 at 16:30

      Buonasera Stefano, probabilmente in futuro diventeranno di serie sulle nuove auto,pensi a quante tecnologie per la sicurezza non erano di serie fino a 20 anni fa ed invece ora sono praticamente lo standart. Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.itd

  36. Ci sono novità riguardo il decreto e eventuali nuovi dispositivi?

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 16 Aprile 2019 at 21:40

      Buonasera Vincenzo , ancora nessuna novità sul fronte normativo, il testo dovrebbe tornare dall’unione europea a fine Aprile. Tutti i produttori sono in attesa di avere il testo definitivo prima di cambiare i propri dispositivi.Continui a seguire questa pagina, appena avremmo novità non esiteremo ad aggiornala. Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  37. Non sono pagliacciate made in Italy e queste tragedie sono diffuse più di quanto noi si pensi, e purtroppo, sono a conoscenza del fatto che dove c’è meno cultura avvengono più spesso e intanto si discute se varare o no una legge. Personalmente sono 15 anni che penso che si sarebbe dovuto fare qualcosa in tal senso e la tecnologia, anche se non così sofisticata come ora, l’avrebbe già consentito e avrebbe salvato tanti innocenti in Italia come in tante altre nazioni. Pensare che una simile disposizione serva solo ad arricchire le aziende (a parte il fatto che nelle aziende ci lavorano delle persone e quindi non la vedo una cosa così deprecabile) è assurdo, con questo ragionamento non si sarebbe dovuto rendere obbligatorio l’uso del casco in moto?

    • Irene, l’uso del casco in moto, così come l’uso delle cinture di sicurezza e di seggiolini per il trasporto dei bimbi in auto sono tutte misure per garantire la sicurezza, quindi indispensabili, rese obbligatorie per legge e giustamente sanzionabili. Ma, ribadisco, a mio parere tutti questi dispositivi anti-abbandono non riguardano la sicurezza, bensì possono essere ritenuti un aiuto per chi preferisce avere un “promemoria” per non dimenticarsi del bambino (ma allora per lo stesso motivo dovrebbe esistere anche un sistema simile per non lasciare il bambino da solo in casa, uscendo e dimenticandosene…). Per questo motivo non giudico inutile l’esistenza di questi dispositivi, semplicemente ritengo eccessivo ed assurdo renderli OBBLIGATORI PER LEGGE e addirittura SANZIONABILI AL PARI DEL MANCATO USO DEL SEGGIOLINO.

  38. Padre di 2 bambini, il primo di quasi 5 anni ed una di circa 2 mesi, sono alla ricerca di un dispositivo add-on per i 2 seggiolini auto mia e di mia moglie (per la piccolina).
    Ne ho trovati molti che inviano l’avviso su smartphone, ma come scrive bene qualcuno: e se il mio bluetooth non fosse attivato? (cosa per altro NON inusuale, visto che è una funzione che non utilizzo quasi mai…) Immagino non arrivino gli avvisi. In questo senso sono poco chiari se, in assenza di connessione bluetooth, gli avvisi arrivino cmq per sms. Ma in questo caso, si necessita di sim telefonica nel dispositivo?
    E altro problema: se il cellulare non può connettere 2 differenti dispositivi bluetooth contemporaneamente? Immagino all’uso per auricolare + connessione del dispositivo antiabbandono…
    Ho visto anche un altro tipo di dispositivo (Baby Bell o di Alkor Group) che invia un avviso sonoro SOLAMENTE IN AUTO e SOLAMENTE AD AUTO SPENTA con bambino nel seggiolino: sarebbe a norma? Sembra, leggendo il testo di legge da voi riportato ad inizio pagina, che questi dispositivi debbano avvisare almeno 3 numeri telefonici (per sms o chiamate).
    Francamente non mi ci raccapezzo nella scelta del giusto dispositivo: da un lato dovrei “FORZARMI” all’uso del bluetooth, dall’altro i più semplici avvisi sonori non sembrano a norma…
    Mi potreste togliere dubbi?
    Grazie.
    Roberto

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 14 Marzo 2019 at 23:39

      Buonasera Roberto, i suoi dubbi sono tutti leciti.Andiamo con ordine

      1) Avendo il piccolo quasi 5 anni , direi che le basta 1 dispositivo anti-abbandono, la legge infatti ne prevede l’uso fino a 4 anni.

      2) I dispositivi come Tippy o Bébé Confort e-Safety sono dipendenti dal cellulare per le comunicazioni non essendo dotati di apparati propri.

      3) Le indicazioni del ministero dei trasporti sono esattamente quelle riportate nell’articolo , però TUTTI i produttori dei cuscini anti-abbandono presenti nella pagina mi hanno assicurato che le procedure per l’accreditamento dei loro dispositivi è in atto. Purtroppo fino ai primi giorni di Aprile 2019 , quando il testo tornerà per l’approvazione del consiglio di stato con le eventuali modifiche effettuate, non si può avere la certezza di come dovranno essere fatti questi dispositivi. Dal mio punto di vista penso che tutti i dispositivi verranno accreditati, nel caso contrario si chiederebbe alle aziende di progettare, testare , accreditare , promuovere e vendere un prodotto di questo tipo in 2 mesi di tempo, il che sarebbe davvero folle.

      4) Per quanto riguarda il dispositivo di Alkor Group, ho tentato di contattare l’azienda per avere delle delucidazioni, ma senza successo. Perciò per il momento non esprimo nessun giudizio. Dello stessa tipologia c’è sia Remmy che Bebè Reminder (per quest’ultimo forse riusciremo a strappare uno sconto per i nostri utenti prossimamente).

      Per correttezza aggiorno questo commento in data 29/08/2019 : SteelMate Automotive che produce il dispositivo Baby Bell ci ha inviato un dispositivo da testare, trova la recensione completa qua.

      Spero di essere stato abbastanza esauriente, nel caso contrario resto a sua disposizione. Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  39. Mi chiedo sinceramente a cosa possano servire questi dispositivi se per essere funzionanti devono essere collegati allo Smartphone tramite Bluetooth…se siamo arrivati al punto di riuscire a dimenticare i nostri figli in auto, siamo così sicuri di ricordare SEMPRE il cellulare con peraltro il Bluetooth attivato?? A me sembra tutto assurdo. E parlo da mamma di una bimba di 2 anni e mezzo. Tra l’altro con 3 seggiolini su 3 auto diverse. Questa, a mio parere, non è una questione di sicurezza ma solo una trovata per fare soldi.

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 7 Marzo 2019 at 22:39

      Buonasera Paola, come spesso accade l’errore di pochi è diventato un problema per molti. Alcuni dispositivi come Bebè Reminder non necessitano del telefono per funzionare, ma richiedono l’intervento di un tecnico per essere installati in auto. Per quanto riguarda il discorso di dimenticarsi del telefono, le assicuro che ho visto persone con in mano smartphone da 1000€ chiedermi un seggiolino del gruppo 1-2-3 che non ne costasse più di 50€ , perciò non mi stupisco più così facilmente. Ci auguriamo almeno che questo provvedimento azzeri totalmente questi episodi.Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  40. Salve, io devo acquistare un seggiolino gruppo 123 per la mia carens 2018, ma non riesco a capire bene le compatibilità
    Solo cybex è netta dicendomi che per la mia carens non va bene
    Qualcuno può consigliarmi qualcosa, magari compreso di dispositivo?
    Mantenendomi sui 250 euro
    Grazie
    Giuseppe

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 23 Febbraio 2019 at 14:19

      Buongiorno Giuseppe, se non lo ha ancora fatto può consultare la nostra classifica dei migliori seggiolini auto . Sicuramente compatibile con la sua Kia Carens del 2018 è l’ottimo Bébé Confort Titan che rientra nel suo budget e con il restate può acquistare il dispositivo anti-abbandono. Purtroppo per il momento gli unici seggiolini dotati di dispositivi anti-abbandono integrati sono I-Size. Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  41. Reply
    Lorena Pietrantuono 14 Febbraio 2019 at 17:44

    Quindi io che ho un cybex gold con cuscino e avanti la prendo nel sedere perché questa azienda del c… Oha deciso che non gliene tiene di fare il sensore per m fix gold. Grazie tante cybex a mai più

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 14 Febbraio 2019 at 22:36

      Buonasera Lorena, infatti ho chiesto a Cybex se almeno per i loro seggiolini dessero la possibilità di utilizzare il loro sensore, ma purtroppo mi è stato risposto di no per via di “problemi di omologazione”. Il Cybex M-Fix lo può comunque utilizzare solo dovrà dotarsi di un dispositivo universale.Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  42. Buonasera, la mia domanda, da quello che leggo su questa pagina, è la seguente: se io ho in auto due seggiolini per i miei due figli, entrambi con meno di 4 anni, i dispositivi da adottare sono ovviamente due, cioè uno per seggiolino, giusto? Grazie della risposta

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 14 Febbraio 2019 at 16:12

      Buongiorno Emanuele, esattamente, ogni seggiolino che ospita un bambino sotto i 4 anni deve essere dotato di un dispositivo anti-abbandono. Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • Grazie mille per il chiarimento. Quindi chi ha già due seggiolini in auto per i suoi due bimbi, pur preferendo il Remmy, é costretto ad adoperare sia un Remmy che un Tippy, essendo in ogni auto presente solo una presa per gli spinotti?

        • MigliorSeggiolinoAuto 16 Febbraio 2019 at 13:59

          Buongiorno Emanuele , per quanto riguarda Tippy essendo ogni cuscino indipendente può acquistarne 2 e collegarli all’app. Per Remmy esiste la versione doppia così da poter collegare entrambi i cuscini con un unico “spinotto”. Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  43. Buonasera,
    Il dispositivo indipendente Tippy è già a norma di legge? Quindi posso già acquistarlo per mettere in sicurezza mia figlia e sarò quindi già in regola per luglio o devo aspettare la pubblicazione della legge?
    Grazie

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 14 Febbraio 2019 at 09:15

      Buongiorno Monica , le caratteristiche tecnico-costruttive e funzionali del dispositivo anti-abbandono sono definite con decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, ma ad oggi non sono ancora state pubblicate in Gazzetta Ufficiale.
      Il team Tippy di Digicom ha analizzato la bozza di tale Decreto Ministeriale e pensano che il prodotto, senza alcuna modifica rispetto a quello già in commercio, sia omologato a breve. Appena avremo notizie certe non mancheremo di comunicarle! Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  44. Buonasera
    I miei gemelli compiranno 4 anni a metà luglio, rientriamo comunque nell’obbligo di acquisto?

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 10 Febbraio 2019 at 21:10

      Buonasera Adele, l’obbligo scatta il primo Luglio , quindi si. Trovo però che per 15gg sia un investimento un po’ superfluo, se comunque dovesse essere sottoposta ad una verifica in delle forze dell’ordine in strada potrebbero comunque multarla se ne è sprovvista. Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  45. Buongiorno,

    Una domanda: il dispositivo della cybex si può usare anche con altri seggiolini o solo con loro?
    Grazie,

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 10 Febbraio 2019 at 15:59

      Buongiorno Erika, il dispositivo di Cybex per il momento è venduto solo con i seggiolini Cybex. Per chi già possiede un seggiolino Cybex ci sarà ,quasi sicuramente modo, di fare l’aggiornamento con il sensore. Ho scritto all’azienda e attendo una loro risposta. Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  46. Ma la clip cybex quanto costa??

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 4 Febbraio 2019 at 16:30

      Buongiorno Martina, il dispositivo anti-abbandono di Cybex , per il momento , verrà venduto solamente in abbinamento ai seggiolini.Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  47. Per piacere mi dite quale dispositivo è più consigliabile da inserire nella navicella, nell’ovetto e poi nel seggiolino tra remmy e tippy? Vi ringrazio.

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 1 Febbraio 2019 at 23:24

      Buonasera Flavio, vorrei fare una premessa per quanto riguarda la navicella , il suo utilizzo per il trasporto dei bimbi in auto dovrebbe essere molto limitato. Sebbene alcune navicelle in commercio si possano utilizzare anche il per trasporto in auto (tramite appositi kit), dal punto di vista della sicurezza non sono sicuramente il mezzo più adatto per trasportare i nostri bambini in auto. Per quanto riguarda invece gli ovetti (che altro non sono che dei seggiolini 0/0+) entrambi i dispositivi Remmy e Tippy fanno il loro dovere. Nelle prossime settimane presenteremo anche altre dispositivi anti-abbandono. Quindi resti sintonizzato. Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  48. Mi figlia compirà 4 anni a settembre, quindi mi chiedo se sarò costretta a comprare uno di questi sistemi per usarlo solo due mesi…sapete darmi qualche info in più? Grazie.

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 28 Gennaio 2019 at 07:43

      Buongiorno Cristiana, tecnicamente si, in quanto dal primo Luglio 2019 scatta l’obbligo. Grazie per averci contattato. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  49. ma è obbligatorio anche se il seggiolino è posto sul sedile anteriòre?

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 19 Gennaio 2019 at 22:21

      Buonasera Dany, per quanto riguarda la normativa sui dispositivi anti-abbandono non viene mai presa in causa la posizione del seggiolino in auto. Perciò salvo ulteriori chiarimenti nei prossimi mesi, la risposta è SI serve anche se il seggiolino è posto sul sedile anteriore. Le ricordo però che i seggiolini , per una maggiore sicurezza, dovrebbero stare nei sedili posteriori. Restiamo a disposizione per altre domande. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  50. Buonasera,
    se io ho un seggiolino chicco comprato a Dicembre,esiste soltanto il dispositivo Chicco da metterci sopra?
    Martina

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 4 Gennaio 2019 at 22:33

      Buonasera Martina, può acquistare un dispositivo universale come Tippy o Remmy che illustriamo nell’articolo. Grazie per averci contattato , restiamo a disposizione per altre domande. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  51. Se questa legge salverà anche solo un bimbo, non sarà stata una “pagliacciata”!

    Mi stupiscono molto questi commenti superficiali, fatti sicuramente da persone che non conoscono il problema.

    Io invece consiglio vivamente a tutti i genitori, che per qualche motivo riconoscono di essere sotto stress, di adottare qualsiasi provvedimento per evitare di dimenticarsi i bimbi in macchina.

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 4 Gennaio 2019 at 07:49

      Buongiorno Thomas, è impossibile non trovarsi d’accordo con la sua affermazione, in quanto la vita di ogni bambino è sacra e va tutelata in qualsiasi modo. Il nostro parziale consenso su questa provvedimento deriva dall’obbligo di legge, pensiamo infatti che sarebbe stato più corretta una campagna d’informazione sull’argomento. Per lo stesso principio altrimenti dovremmo rendere obbligatori il casco per la bici, la copertura per le prese elettriche a casa ecc ecc.,ed in un paese dove non si riesce a far rispettare gli obblighi vaccinali, suona un po’ stonato. Grazie per aver condiviso la sua opinione. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

  52. Solite pagliacciate made in Italy….. Ora aspetto il decreto per pagare l’aria…. Manca solo quello….

    • Reply
      MigliorSeggiolinoAuto 30 Dicembre 2018 at 22:55

      Simone per quanto la sicurezza dei nostri bambini ci sembri di primaria importanza in auto, troviamo anche noi che si sia esagerato cavalcando il clamore dettato da casi sporadici e tutti da verificare. Grazie del tuo commento. Andrea staff MigliorSeggiolinoAuto.it

      • Salve,

        vorrei acquistare il trio Chicco Love Up che ha l’ovetto con il sensore anti abbandono integrato (bebè care). Posso stare tranquilla sul fatto che rispetterà la normativa entrante e che potrò utilizzarlo fino a quando il bambino avrà bisogno dell’ovetto?
        Grazie.

        • MigliorSeggiolinoAuto 12 Ottobre 2019 at 21:43

          Buonasera Irene, il trio Chicco Love UP ha nel set l’ovetto Oasys 0+ con BebèCare per quanto riguarda l’omologazione può stare tranquilla in quanto nella legge “finale” si è talmente generalizzato che tutti i dispositivi anti-abbandono sono e saranno a norma. Per quanto riguarda la vera efficacia di quest’ultimi anche ADAC e TCS avevano espresso dei dubbi negli ultimi test effettuati.Grazie per averci contattato. Andrea Staff MigliorSeggiolinoAuto.it

Per qualsiasi domanda lascia un commento

MigliorSeggiolinoAuto.it